Casoria: delinquenti arrestati dopo un colpo al portavalori

Casoria
Immagine di repertorio

Casoria: una banda di delinquenti è stata arrestata dai carabinieri della compagnia locale dopo un colpo ad un portavalori

Casoria– I carabinieri della compagnia locale, dopo una serie di indagini inizate due anni fa, sono riusciti ad arrestare una banda di malviventi accusati di un furto ad un portavalori.

Il colpo è avvenuto nel 2016, quando una banda di otto persone, provenienti da Caivano, ha teso un’ imboscata a un furgone con Kalashnikov e fucili d’assalto, sulla statale Caivano-Acerra. Durante il furto, la gang è riuscita a rubare ben 20 mila euro per poi fuggire sull’autostrada.

I carabinieri, dopo una lunga ricerca, hanno deciso di utilizzare le videocamere di sorveglianza, per identificare i criminali.

La svolta, secondo il quotidiano Inter.Napoli, è avvenuta nel 2017;  un furgone è stato intercettato e bloccato a via Pietro Nenni.

Il conducente è riuscito a fuggire nelle campagne circostanti, mentre i militari hanno scoperto la presenza di giubbini anti-proiettile e mitragliatrici UZI all’interno del veicolo.

Grazie a nuove informazioni uno dei capi dell’organizzazione è stato arrestato perché, in compagnia di un altro soggetto del gruppo, ha abbandonato il comune di residenza per partecipare ad una rapina.

Oggi, il tribunale di Napoli Nord ha condannato i rapinatori con l’accusa di associazione a delinquere con l’aggravante uso delle armi da fuoco.