Cani sterminati con il veleno per un dispetto nel napoletano

cani avvelenati

Cani avvelenati per un dispetto, la tragica scoperta nel Comune di Casamarciano nel napoletano

Cani avvelenati per un semplice dispetto: a Casamarciano, un Comune di poco più di 3000 abitanti in provincia di Napoli a pochi passi da Nola, ieri la macabra scoperta tra la vegetazione incolta.

Le 5 carcasse, 4 cani randagi e un pastore tedesco sono state scoperte dal proprietario di quest’ultimo che ha trovato i poveri animali riversi per terra senza vita tra residui di vomito: da quanto sembra dall’analisi delle prime circostanze, la morte sarebbe sopraggiunta dopo la somministrazione di un pasto avvelenato.

Sulla vicenda indagano i Carabinieri forestali della locale compagnia di Roccarainola che hanno disposto l’invio delle carcasse all’Istituto Zooprofilattico di Portici per individuare con certezza la reale causa della morte di questi poveri animali.

Secondo alcune indiscrezioni sembrerebbe che il cibo avvelenato sia stato somministrato proprio per un dispetto tra confinanti e indirizzato al proprietario del pastore tedesco: un vicino si sarebbe più volte lamentato della presenza degli animali che stazionava da tempo presso le abitazioni della zona.

L’analisi dell’Istituto specializzato di Portici chiarirà parte della dinamica di quanto accaduto: intanto i militari dell’Arma dei Carabinieri indagano per consegnare alla giustizia il responsabile di questo vile atto.

Seguici su Facebook e resta aggiornato con NAPOLIZON (clicca qui).

Leggi anche: l’Epifania a Napoli, tradizioni da conoscere.