21 Luglio 2022

Camorra a Napoli: moglie e marito minacciano l’inquilina

camorra a napoli: moglie e marito minacciano l'inquilina

Camorra a Napoli: moglie e marito minacciano l’inquilina. Disposto il divieto di dimora nel Comune di Napoli e l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria

CAMORRA A NAPOLI, MOGLIE E MARITO MINACCIANO L’INQUILINA- Il bene confiscato alla camorra era passato ad una donna, su disposizione del Comune di Napoli. Questo non è andato giù a due persone, marito e moglie, che più volte hanno minacciato la nuova inquilina affinché non accettasse quell’alloggio. “Questa casa è della camorra” le parole dei due, a rimarcare chi fosse il vero proprietario.

Nei confronti dei due coniugi è stato disposto il divieto di dimora nel Comune di Napoli. Inoltre l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Entrambi sono provvedimenti emessi dal gip del Tribunale di Napoli. I due sono ritenuti gravemente indiziati del reato di violenza privata aggravata dal metodo mafioso. La donna costretta si è vista costretta a rifiutare l’alloggio e ad accettarne un altro. Le indagini dei militari dell’Arma e dei magistrati antimafia hanno permesso di accertare che la donna, dopo aver ricevuto dal Comune di Napoli un alloggio confiscato alla camorra, nel quartiere Fuorigrotta, aveva in più occasioni ricevuto la visita dei due coniugi, che l’avevano minacciata affinché non occupasse quella “casa della camorra”.

In una occasione, i due si erano presentati armati di una mazza da baseball per indurre la donna a desistere. Alla fine, avevano spinto la donna a rinunciare all’alloggio e ad accettarne un altro. Da ricordare che i due coniugi sono sottoposti alle indagini e quindi da ritenersi presunti innocenti fino a sentenza definitiva.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Virus delle zanzare: sintomi del west nile

Se vuoi rimanere aggiornato sulle ultime notizie di Cronaca, Attualità, Sport, Cultura, Curiosità e Università e tanto altro, seguici sulla nostra pagina Facebook Napoli ZON: CLICCA QUI e lascia un like e ricorda che siamo anche su Instagram e anche su Twitter