Cagliari-Napoli: il Napoli vince e conduce a +4 sulla Juve

Napoli
Napoli gol Jose Callejon

Manita per il Napoli a Cagliari: è a +4 dalla Juventus. Cragno non ha compiuto i miracoli promessi

Il campo di Cagliari è sempre stato un campo ostico per il Napoli. Questa sera la squadra azzurra è scesa in campo senza i suoi tifosi, ai quali è stata vietata la trasferta. A distanza di pochi giorni dalla cocente eliminazione in Europa ad opera della seconda forza del campionato tedesco, ora scesa improvvisamente al sesto posto, al Napoli toccava ancora una volta giocare dopo la Juventus e chiudere il turno con il posticipo del lunedì sera. La gara di Torino è stata però rinviata tra circa un mese e per questa sera il Napoli, si ritrova a condurre la classifica con un divario di quattro punti.

Il portiere del Cagliari aveva inoltre promesso, qualche giorno prima della gara, di compiere miracoli non per aiutare la sua squadra a vincere ma per fare un regalo alla Juventus. Poco conta: dopo 29 minuti il Napoli è già in vantaggio con un grande gol di Callejon che dall’interno dell’area di rigore ha potuto piazzare la palla con molta facilità sul lato opposto di Cragno, ed è già 0-1. Dopo 13 minuti, al minuto 42, è ancora il Napoli a segnare un altro gol e a portarsi in doppio vantaggio: 0-2, firmato da Dries Mertens. Il Cagliari ha portato bene al folletto belga sin dall’anno scorso: grazie alla straordinaria intuizione di Sarri, che lo fece giocare come falso nueve, Mertens ha poi trovato per la prima volta ben 3 gol con la maglia del Napoli e ha continuato a fare le fortune della squadra azzurra.

Da segnalare, nel corso del primo tempo, l’episodio al 14′, quando ancora il punteggio era fermo sullo 0-0, su angolo dalla sinistra, vi è stata una trattenuta netta in area di Lykogiannis su Mertens. L’arbitro Giacomelli era posizionato fuori area e non ha potuto valutare correttamente l’intervento, il Var doveva intervenire ma non lo ha fatto.

All’apertura del secondo tempo, Sarri non contento ancora del risultato e non volendosi trovare come negli ultimi 5 minuti in casa contro la Spal, dove il Napoli era in vantaggio di solo un gol, ha imposto alla squadra di non abbassare il ritmo e di aumentare le conclusioni in porta. Marek Hamsik ha portato il Napoli a 3 reti a 0 grazie ad una sua grandissima conclusione di sinistro, da fuori area e di prima intenzione.  Prezioso il provvidenziale assist di Lorenzo Insigne che con una grande ripartenza ha fatto salire tutta la squadra in attacco. Il Napoli non ancora soddisfatto ha cercato di infierire ancora di più sul Cagliari, mai in partita quest’oggi se non nei primi 20 minuti di gioco, cercando il quarto gol. Il poker arriva su rigore realizzato da Insigne a causa del fallo di mani in area di rigore da Castan. E’ stato poi Mario Rui a chiuderla così come finì lo scorso anno a Cagliari (0-5): una punizione magistrale di sinistro che segna la fine di una partita perfetta realizzata dal Napoli.

Dopo quattro giorni il Napoli trova una altra vittoria e si porta momentaneamente a +4 dalla Juventus che dovrà recuperare la partita con l’Atalanta.