Attentati a Parigi: maggiore sicurezza anche a Napoli. Chiude il Grenoble



Attentati

Dopo gli attentati di ieri, Venerdì 13 a Parigi, massima all’allerta anche a Napoli dove sono stati rafforzati i controlli all’aeroporto e nei consolati

Tutto il mondo quest’oggi è sconcertato ed amareggiato per quanto successo ieri a Parigi, che è stata resa protagonista per una serie di attentati da parte dell’Isis. Ora scatta anche l’allarme in Italia, la quale già si è attivata ad una maggiore forma di protezione. In particolar modo ciò avviene anche a Napoli, in quanto sono stati rafforzati i presidi nelle zone sensibili su indicazione della Prefettura, in particolare modo,nella sede del Consolato francese a Napoli, che ha recepito le indicazioni che arrivavano dal Viminale. Una maggiore attenzione, riguarda le aree di napoli ritenute particolarmente sensibili, in quanto rappresentanti della Francia, e queste sono: il consolato di via Crispi e l’Istituto Grenoble che, per motivi di sicurezza, ha deciso di chiudere, per aprire molto probabilmente lunedì.

Inoltre in seguito agli attentanti verificatosi ieri nella capitale francese, a Palazzo San Giacomo, sede del Comune di Napoli,  è stata esposta la bandiera a mezz’asta, per ricordare le vittime innocenti di questa carneficina. Ancor di più, i controlli sono costanti e rafforzati nell’aeroporto di Capodichino, nelle zone portuali, e nella stazione centrale di Piazza Garibaldi e in alcuni punti della metropolitana, al fine di tutelare al meglio i cittadini da eventuali attentanti.Analoga situazione anche nella zona dei consolati, soprattutto per quelli americano e inglese e dinanzi alla Sinagoga di via Cappella Vecchia. Giungono in aggiunta, parole di conforto per Parigi sia dal sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, che il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca.

Quest’ultimo, stamane ha voluto incontrare il console francese a Napoli e si è recato in visita al consolato; ” Al console francese Jean Paul Seytre ho espresso i sentimenti di vicinanza e solidarietà della nostra regione di fronte al vile attacco terroristico che ha colpito Parigi e l’Europa intera”.

Leggi anche