17 Settembre 2022

Alunni lanciano petardi, il professore li insegue e li picchia con una mazza. “Vi devo ammazzare”

Gli alunni lanciano petardi e il professore si arrabbia e li insegue, poi li picchia con una mazza, Li ha colpiti per ben 23 volte

petardi alunni

Alunni lanciano petardi per scherzo, il professore si arrabbia, li insegue e poi inizia a picchiarli con una mazza. È successo nel bresciano poco meno di un anno fa, e ora il professore rischia una condanna penale. L’uomo ha perso il lavoro, e ora è accusato per lesioni aggravate, essendo imputato in un processo.

Era la notte tra il 14 e il 15 febbraio, come riporta Fanpage, quando due quindicenni hanno iniziato a lanciare dei petardi verso un giardino privato di un palazzo. Il professore ha notato la scena dalla sua abitazione e ha capito che si trattava di suoi alunni che lanciavano petardi. Pertanto, è uscito subito da casa con una mazza da baseball. Accompagnato da altre due persone adulte, ha iniziato a inseguire i ragazzini e, dopo averli raggiunti, li ha colpiti con la mazza.

Con furia ha colpito i ragazzini, nonostante loro gli chiedessero di smettere. Uno dei due, secondo i referti dei medici, è stato colpito circa 23 volte. Quest’ultimo è stato ricoverato con una prognosi di ben 40 giorni. L’uomo ha perso il lavoro per quest’aggressione e ora rischia, come dicevamo, una condanna penale per lesioni aggravate.

Secondo i genitori del quindicenne colpito 23 volte, rappresentati dagli avvocati Marino Colosio e Francesca Scagiola, non può considerarsi accettabile una reazione del genere, anche se i ragazzini “hanno fatto uno scherzo“. Come hanno spiegato, infatti, il loro figlio ha rischiato di morire per la furia dell’uomo. Si attendono aggiornamenti sul processo.

Fonte foto: IlVaglio.it.

Leggi anche: La casa di Ninetta, iniziano le riprese del primo film di Lina Sastri.