2 Gennaio 2023

Aggressioni ai sanitari Napoli: nuovo anno, nuove violenze

Aggressioni ai sanitari Napoli : l'associazione "Nessuno tocchi Ippocrate" denuncia le prime due aggressioni già avvenute nell'anno nuovo

Aggressioni ai sanitari Napoli

Aggressioni ai sanitari Napoli – Il nuovo anno ha appena fatto il suo ingresso e già sono avvenuti i primi episodi di violenza ai danni del personale sanitario. Come cominciare bene, insomma.

Aggressioni ai sanitari Napoli – La denuncia arriva dall’associazione no-profit, nata a difesa dei professionisti sanitari, “Nessuno Tocchi Ippocrate”, che negli ultimi due post pubblicati sulla pagina Facebook ha raccontato due spiacevoli episodi accaduti nella mattinata di oggi, lunedì 2 gennaio 2023.

L’aggressione n.1 del 2023 è avvenuta intorno alle ore 11 presso l’Asl Napoli 2, all’ingresso del pronto soccorso: un uomo ha dato in escandescenze, aggredendo fisicamente un infermiere e una guardia giurata, dopo aver accompagnato il figlio che qualche minuto prima aveva rifiutato il trasporto con un’ambulanza del 118. Per calmare il “violento di turno” è stato necessario l’intervento della Polizia di Pozzuoli. Gli agenti hanno bloccato e poi denunciato a piede libero l’uomo per percosse e violenze. Le due vittime sono invece state sottoposte alle cure dei sanitari.

L’aggressione 2 del 2023 è avvenuta verso le ore 12 nell’ambito dell’ Asl Napoli 1: la postazione 118 di Piazza del Gesù aveva appena prelevato un paziente e si stava dirigendo in sirena verso l’ospedale, quando un signore a piedi che stava passeggiando in via Bernini ha scagliato contro la fiancata dell’ automezzo una bottiglia di succo di frutta.

Il motivo? L’uomo era infastidito dalle sirene dell’ambulanza.

Un gesto assurdo e sconsiderato che, qualora l’oggetto lanciato avesse colpito e distrutto il vetro laterale, avrebbe potuto mettere a serio repentaglio la vita del paziente all’interno della vettura, già in condizioni delicate.

Aggressioni ai sanitari Napoli – «Apriamo il 2023 con il consueto ODIO che nutre l’utenza nei nostri confronti, intanto siamo gli unici che in caso di emergenza siamo sempre presenti e attivi! ANNO NUOVO VITA VECCHIA E GOVERNO ASSENTE!» – conclude rammaricata l’organizzazione di “Nessuno Tocchi Ippocrate”.

Di anno in anno il numero di aggressioni agli operatori sanitari aumenta anziché diminuire, situazione allarmante che necessita di un intervento deciso, strutturato e tempestivo da parte del governo.

Potrebbe interessarti leggere anche : Associazione Nessuno tocchi Ippocrate: aggressioni continue