Acerra, ennesimo rogo visibile a km di distanza. Per domani è previsto un corteo



Acerra

Acerra, rogo visibile a km di distanza. Domani corteo “anti-roghi” per le strade della città

La Terra dei Fuochi brucia senza sosta. L’ennesimo rogo di questa stagione si è propagato nel primo pomeriggio, visibile a diversi chilometri di distanza. La segnalazione ci è arrivata esattamente nei pressi dell’uscita della tangenziale Acerra-Afragola. L’origine dell’ennesima colonna di fumo tossico che si è alzata in cielo poderosa, non si conosce ancora, ma dalla densità del fumo e dal suo colore (nero scuro) sembra però probabile che ad andare a fuoco, insieme a possibili sterpaglie, vi siano anche rifiuti.

Acerra
La nube visibile all’uscita della tangenziale Acerra-Afragola

Intanto l’aria si fa irrespirabile e le nubi di veleni compromettono sempre più il futuro della nostra Terra, mettendo a repentaglio la salute pubblica. A tal proposito sono nati movimenti anti-roghi, con rispettive pagine Facebook, che invitano i cittadini a protestare contro questo fenomeno che ormai va avanti da anni, con conseguenze ben visibili a tutti.

Domani 7 Settembre, infatti, in piazza Castello, ad Acerra, si terrà una manifestazione che avrà inizio alle ore 18.00.
“Alla manifestazione sono tutti invitati, tutti noi porteremo i nostri figli, le nostre famiglie. Non saranno consentite passerelle elettorali di alcun genere, non vogliamo bandiere né striscioni o volantini. La nostra manifestazione è per denunciare il degrado che viviamo da anni e sappiamo che i partiti politici in tutto questo tempo non hanno cambiato alcunché. Se avete idee per migliorare le cose fatelo nelle sedi opportune. Acerra vuole vivere ai roghi tossici!” annuncia la community “Basta roghi”. Mentre i cittadini , ormai stanchi, rispondono: “Siamo la Terra del Sole, non la Terra dei Fuochi”, incitando tutti a scendere in piazza.

Anche il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, si pronuncia su questo estenuante fenomeno: “Continuiamo a ricevere decine di segnalazioni circa la presenza di roghi tossici nel territorio della cosiddetta ‘Terra dei Fuochi’. Molti di questi mostrano cumuli di rifiuti abbandonati a lato delle corsie delle strade a scorrimento veloce o nelle immediate prossimità degli stessi assi viari. Una delle strade che maggiormente è interessata dal fenomeno è l’Asse mediano che, troppo spesso, si trasforma nel teatro di roghi di rifiuti che vengono bruciati direttamente ai bordi delle corsie, come mostra l’immagine pubblicata sui social dalla pagina Terra Nostrum Trentola Ducenta. Tra le varie criticità legate al fenomeno ‘Terra dei Fuochi’ i roghi lungo l’Asse Mediano o nelle immediate prossimità sono parte del problema. Per questa ragione abbiamo inviato una nota all’Anas per chiedere quali provvedimenti intenda adottare alla luce dell’enorme mole di rifiuti che è abbandonata ai bordi della strada e in corrispondenza degli svincoli”.

Potrebbe interessarti anche: https://napoli.zon.it/-chiude-il-termovalorizzatore93213-2/

Leggi anche