50 kili di pesce sequestrati: condizioni igieniche dubbie

50

Sono stati sequestrati 50 kili di pesce venduto illegalmente. L’operazione è scattata alla fine di un controllo operato dalla Capitaneria di Porto

50 kili di materiale ittico sono stati sequestrati nella zona di Torre del Greco.

La merce era tenuta in precarie condizioni igienico- sanitarie e il sequestro è avvenuto in seguito a una operazione della Capitaneria di Porto.

I 50 kili sequestrati erano costituiti da molluschi e frutti di mare.

Il sequestro è avvenuto in seguito a un controllo ordinario della filiera della pesca marittima, effettuato dagli Ufficiali e dagli Agenti della Capitaneria di Porto, volto a bloccare l’abusivismo e la vendita illegale.

La merce non possedeva alcun tipo di documento attestante la provenienza e lo stato di conservazione degli alimenti.

I mitili sono stati poi distrutti, in quanto non considerati più commestibili.

Non è la prima volta nelle ultime settimane che chili di materiale vengono rinvenuti in condizioni igienico sanitarie dubbie.

Il mantenimento del pesce è reso ancora più problematico dalle alte temperature della stagione estiva, dai trasporti non adeguati e dallo stato di conservazione.

La Capitaneria continuerà a vigilare sui prodotti che vengono poi destinati ai ristoranti della zona, per preservare gli interessi dei consumatori.

Difatti sempre più spesso la merce non controllata e senza certificazioni adeguate finisce sulle tavole degli avventori, venduta loro come pescato del giorno.