Volontari Universiade, pagamento assicurato



Universiade Volontari

Volontari Universiade Napoli 2019, il pagamento dei rimborsi è assicurato. L’ARU ha garantito che la procedura è avviata

In questi giorni tra i volontari dell’Universiade di Napoli 2019 è sorta la preoccupazione circa il mancato pagamento dei rimborsi spese.

Stando al contratto, la loro partecipazione all’evento è stata “gratuita”, ma l’accordo prevedeva una serie di rimborsi. Parliamo di 15 euro di rimborso per spese telefoniche ed altri 25 euro di rimborso spese per ogni giorno in cui sono stati presenti.

Ancorché le attività si siano concluse a metà luglio ad oggi tutti i volontari impegnati non sono stati pagati.

C’è da dire che la procedura prevedeva la compilazione elettronica di un format per la Universiade Volontari2richiesta che non è stata eseguita in maniera completa da tutti gli interessati. Ciò ha fatto, slittare, di alcune settimane, l’acquisizione e le verifiche delle richieste da parte degli uffici dell’ARU.

Al fine di mettere al corrente i volontari, sull’andamento della procedura di pagamento, la stessa ARU il 28 agosto ha provveduto ad informare gli interessati con un comunicato (clicca per leggere)

Inoltre, le stesse fonti rassicurano che l’ARU sta rispondendo in privato ad ogni post pubblicato sul social Facebook da parte dei vari volontari.

Sono girate, infine, voci allarmanti e fuorvianti su quale ente dovesse effettuare il pagamento. Tutto ciò risulta infondato e fonti interne all’Agenzia confermano quanto già dichiarato nel comunicato, rassicurando che i primi pagamenti già avverranno in questi giorni. Si procederà poi progressivamente a  scaglioni nelle prossime settimane.

Tutto fa sperare in una conclusione dell’iter entro la fine del corrente mese.

 

Leggi anche