Vigilia match Juve-Napoli, Allegri intervistato dalla stampa

Vigilia
si ringrazia il blog sportivo Il Bianconero

Vigilia della partita Juventus-SSC Napoli; l’allenatore della Juve Massimiliano Allegri parla del possibile esito del match

Vigilia- Domani si svolgerà il match di Serie A tra la Juventus e il Napoli alle ore 20:30 allo stadio San Paolo.

Massimiliano Allegri, allenatore del club torinese, ha rilasciato diverse dichiarazione in una recente intervista sul blog Sky Sport-Calcio.

Per prima cosa, Allegri ha affermato che non è tediato dallo scetticismo dei tifosi durante una partita, infatti sono i risultati che ci permettono di capire un andamento di un match.

Successivamente, alla domanda su come potrà influire il team partenopeo sull’andamento della Juve dopo lo scontro con il Real Madrid, Allegri ha dimostrato, con le seguenti parole, di essere motivato a giocare meglio:

“Domani ci giochiamo 2/3 di scudetto, è questione di matematica. È una partita dove noi ci giochiamo tantissimo. A livello mentale è una soddisfazione andar a battere la seconda, confermando quel che stai facendo durante il campionato. Perché alla fine vince sempre la squadra più forte e regolare per arrivare a un tot di punti”

Alla domanda se il calcio italiano fosse meno convincente di quello europeo, la risposta dell’allenatore è stata la seguente:

“Sono discorsi che lasciano il tempo che trovano. Il Napoli ha 59 punti, può arrivare anche a 90 e sono tanti. La Juventus ha fatto un campionato importante. A questo punto loro avevano 10 punti in più, noi 4 in meno. Vincere il campionato non è semplice, domenica scorsa a Bologna avevamo trovato delle difficoltà e soprattutto nel girone di ritorno è tutto più complicato. Finché la matematica non ti dà la certezza non bisogna fermarsi, i campionati si vincono con la quotidianità mentre la Champions è tutt’altra cosa.”

L’obiettivo che i bianconeri si sono posti è quello di giocare una partita di “grande livello”.

Infatti, Allegri ha affermato che domenica sera sarà “una serata importante per il calcio italiano” dove si affronteranno “le due migliori squadre degli ultimi anni”.