Universiade, San Paolo ecco il nuovo volto

San Paolo

Universiade, ecco come sarà il nuovo volto del San Paolo, predominanza dell’azzurro ma con un mix di 5 colori 

Un mix di cinque colori, con predominanza dell’azzurro per il nuovo volto dello Stadio San Paolo. L’ATI (Associazione Temporanea d’Imprese), aggiudicataria dei lavori di sostituzione dei seggiolini, ha consegnato al Commissario straordinario Gianluca Basile i rendering che presentano il nuovo volto dello stadio.

Il San Paolo ospiterà la cerimonia di apertura dell’Universiade, in programma il 3 luglio, oltre alle gare di atletica leggera.

Stadio San PaoloÈ stato ottenuto l’effetto pixellato con cinque colori (azzurro, blu, grigio, bianco e giallo) per i nuovi seggiolini, in base a quanto richiesto, con la dominanza dell’azzurro che richiama il blu e grigio della pista d’atletica.

Nell’impianto procedono secondo cronoprogramma i lavori per la sostituzione dei seggiolini ed è già stato completato l’impianto di illuminazione e l’impianto audio.

MANUELA DI CENTA IN PISTA CON L’UNIVERSIADE

In veste di dirigente sportivo fa parte dal 1999 del Consiglio e della Giunta esecutiva del Coni. È stata la prima atleta a far parte del Comitato Olimpico internazionale. Ha rivestito la carica di presidente del Comitato promotore dell’Universiade invernale Trento 2017.

Vincitrice di 7 medaglie olimpiche, 7 medaglie mondiali, 22 titoli italiani assoluti, 2 coppe del mondo, Manuela Di Centa è stata anche la prima donna italiana a raggiungere la vetta dell’Everest nel 2003.

A 25 anni dalle medaglie di Lillehammer ho accolto con entusiasmo l’invito del Presidente Manuela Di Centadella Regione Campania, Vincenzo De Luca, a far parte della grande squadra dell’Universiade Napoli 2019”. È il commento di Manuela Di Centa che rivestirà il ruolo di coordinamento dei rapporti sportivi istituzionali tra la Regione Campania, il Cusi, la Fisu, il Coni e le Delegazioni partecipanti.

Convinta dell’importanza dello sport e dello studio per i giovani, mi impegnerò a promuovere questi valori e comunicarli ben oltre i singoli momenti sportivi della manifestazione”, conclude.