Tutti al ristorante del Parlamento senza mascherina – BUFALA

bufala parlamento conte ristorante

«Questa foto è stata scattata ieri sera, al ristorante del Parlamento italiano, l’unico aperto». La foto di Conte in mensa senza mascherina è una bufala

13 MAGGIO 2020 – Giunge in redazione uno screen, corredato di foto, che vede il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a tavola con numerose altre persone, senza mascherina all’interno del ristorante del Parlamento. Nuova bufala o non si rispetta il distanziamento sociale?

La foto in questione sembrerebbe veritiera e l’interpretazione che ne è stata fatta – da un autore a noi sconosciuto – è la seguente: «Questi sono quelli che ci dicono di mangiare al ristorante distanziati, con le mascherine, i guanti, ma capite che razza di serpi abbiamo al comando? Questa foto è stata scattata ieri sera, alle 19.07 minuti al ristorante del Parlamento italiano, l’unico aperto. V E R G O G N A». Questo il testo corredato alla foto incriminata.

Le bufale colpiscono anche il Presidente Conte

Veniamo al punto. La notizia, così come è stata diffusa, è falsa. Più che una bufala potremmo definirla disinformazione.

La foto diffusa, che in queste ore sta facendo il giro dei social, è vera ma non è stata scattata durante il lockdown. Questa risale al 25 novembre 2019: in quella data, il Presidente del Consiglio Conte ha cenato alla mensa con gli operai FCA di Melfi.

Una scena, quindi, accaduta realmente ma in un momento storico in cui non si parlava ancora di emergenza Coronavirus. Se la foto è corredata al testo che abbiamo riportato prima, diventa – di fatto – una bufala.

Ristorante del Parlamento, “l’unico aperto in Italia”

A voler essere precisi, quella della foto non è l’unica bufala. Dire che “l’unico ristorante aperto in Italia” è quello del Parlamento italiano equivale a dire il falso.

A partire dal 23 Aprile è ripartito il servizio mensa della Camera dei Deputati, nel rispetto delle norme e delle restrizioni in vigore. Quella del Parlamento è, quindi, una mensa, non un ristorante, e vi si accede come in qualsiasi altra mensa aziendale.

Infine, a seguito del DPCM dell’11 marzo, è scorretto anche sostenere che i ristoranti in Italia siano completamente chiusi. Dal 4 maggio, ristornati, bar e pub sono da considerarsi aperti per il servizio delivery e take away.

Leggi anche: App di monitoraggio Covid-19: persone prelevate con la forza – BUFALA

Seguici su Napoli.ZON – CLICCA QUI.