Truffe telefoniche, ecco come circuivano le vittime



Truffe telefoniche

Nuovi tentativi di truffe telefoniche: scatta l’allarme a Marigliano, in provincia di Napoli. Ecco come i truffatori cercavano di estorcere soldi alle loro vittime

Continua la piaga delle truffe telefoniche. In pochi giorni a Marigliano, in provincia di Napoli, infatti, sarebbero stati sventati almeno due tentativi di estorsione.

Stando a quanto si può leggere sul gruppo Facebook della città, il primo tentativo sarebbe stato perpetrato ai danni di una madre. I manigoldi avrebbero chiamato la signora dicendole che la figlia aveva provocato un incidente e che l’unico modo per evitarle l’arresto immediato sarebbe stato quello di pagare una sorta di cauzione. Si trattava ovviamente di un’ingente somma di denaro. Per rendere il tutto più credibile avrebbero fatto parlare la signora con le forze dell’ordine e un avvocato.

L’altro tentativo di truffa, invece, avrebbe riguardato due nonni.

A quest’ultimi sarebbe stato detto che il nipote aveva acquistato un regalo per il padre su internet, versando solo un anticipo. Il resto dell’importo doveva essere pagato al corriere al momento della consegna. I truffatori, in questo caso, avrebbero raccomandato ai nonni di non dire nulla a nessuno, ribadendo la faccenda del regalo.

Fortunatamente entrambi i tentativi di truffa telefonica sono stati subito sventati.

Leggi anche