Troisi, oggi 25 anni dalla sua morte. Napoli non dimentica

Troisi

Troisi, oggi 25 anni dalla sua morte. Napoli non dimentica

Massimo Troisi 19 Febbraio 1956 – 4 Giugno 1994

Sono trascorsi ormai 25 anni dalla morte del grande attore, regista, sceneggiatore e carabettista napoletano.
Fedele alla sua arte fino alla fine, Massimo morì proprio il giorno dopo aver girato l’ultima scena del “Il Postino“, già sofferente da qualche tempo, in lista per un trapianto di cuore.

Nonostante la precarietà della sua salute, l’attore non ha però abbandonato il suo ultimo progetto, che gli valse la premiazione all’Oscar come migliore attore e sceneggiatore.
Tuttavia la carriera e la fama del grande Troisi sembra non essersi fermata neanche dopo la sua morte.
Anche se ha lasciato un vuoto incolmabile nei cuori di tutto il popolo napoletano, il suo ricordo è ancora vivido, immutato e continuamente rafforzato dalla trasmissione delle sue immagini sullo schermo.

Massimo continua ancora oggi a far ridere i napoletani con la sua vasta eredità cinematografica.
Tra cui ricordiamo : Ricomincio da tre, Pensavo fosse amore invece era un calesse, Scusate il ritardo, Non ci resta che piangere, le vie del Signore sono finite, e molti altri ancora.

Anche il Sindaco De Magistris, in memoria della sua morte ha lasciato scritto in un Tweet:
<< 25 anni fa moriva Massimo Troisi. Quanto ci mancano la sua bravura, intelligenza, ironia, umorismo, sensibilità, profondità di analisi, comicità, malinconia… Massimo manca talmente tanto a noi napoletani che in realtà non è mai andato via, è con noi ogni giorno nel teatro della vita >>.

“- Mario: Don Pablo, vi devo parlare, vi devo parlare… è importante !!
– Pablo Neruda: Ah meno male, non è grave c’è rimedio
– Mario: No no ! Che rimedio, io voglio stare malato…”         (Il Postino)