Traffico internazionale di cocaina, 12 fermi

cocaina
230 kg di cocaina sequestrati dalla Guardia di Finanza di Reggio Calabria nel porto di Gioia Tauro.

Dodici persone sono state fermate dalla Guardia di Finanza perchè accusate di traffico internazionale di cocaina. Tutti gli indagati appartengono a cosche mafiose.

Dodici persone sono state sottoposte a fermo, in Calabria e Campania, perché ritenute appartenenti ad un’associazione per delinquere, aggravata dalla transnazionalità, finalizzata al traffico di cocaina per conto delle cosche di ‘ndrangheta Molè, Piromalli, Alvaro e Crea. I provvedimenti sono stati eseguiti da personale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria e Napoli con il coordinamento della Dda reggina.

L’operazione denominata “Vulcano” è l’epilogo di un’indagine che ha permesso di accertare l’esistenza di un gruppo criminale costituito allo scopo di reperire e acquistare all’estero, importare (prevalentemente attraverso i porti panamensi di Cristobal e Balboa) e trasportare in Italia attraverso cargoship ingenti quantitativi di cocaina. In particolare è stata scoperta una nuova metodologia di importazione, basata sul trasbordo dello stupefacente in mare aperto da una cargoship a piccole imbarcazioni. L’organizzazione aveva assoldato allo scopo il comandante di una nave.