Torna “Meta Portoni Aperti” dal 27 al 30 Dicembre



meta

Il centro storico di Meta di Sorrento da il via ad una nuova iniziativa socio-culturale: Meta Portoni Aperti

Ci sono dei luoghi che andrebbero visitati almeno una volta nella vita. Il centro storico di Meta è uno di questi. Tra le antiche dimore dei naviganti, arte, mostre fotografiche, artigianato presepiale e zeppolate, non c’è che da perdersi.  Mettere in luce la bellezza nascosta e tramandare la storia locale sono gli obiettivi delle visite guidate che si terranno il 29 e il 30 dicembre.

Partendo da piazza Casale ci si muoverà verso strade, case e portoni densi di testimonianze. Tappa fondamentale del percorso sarà il Palazzo Municipale. Quì saranno esposti i dipinti di Eduardo De Martino, massimo esponente della pittura marineria. La mostra, curata da Luigina de Vito Puglia e Andrea Fienga, mira a far conoscere ai più questo artista.

La passeggiata darà ai visitatori occasione di conoscere Meta sotto più forme d’arte. Portone dopo portone, si susseguiranno, non solo torri e casali, ma anche le ceramiche di Rocco Recco e i profumi delle zeppole. L’artigianato locale non mancherà di presentarsi: i presepi di Giuseppe Ercolano e Federico Iaccarino saranno visibili a chiunque deciderà di far un salto a Meta.

Insomma, le attività in programma sono davvero tante, per saperne di più non resta che fare una capatina.

EVENTO: https://www.facebook.com/events/334414300482626/

Leggi anche



Articolo precedenteKalidou Koulibaly: il sindaco di Milano gli chiede scusa con un post su fb
Prossimo articoloAnche Prince Boateng appoggia Koulibaly
Avatar
Sarei Acciaio, se fossi un materiale, intendo. Se potessi scegliere quale, sarei acciaio inox, brillante luminoso e resistente - anche alla corrosione - che, seppur non avanguardista come il corten, è sempre adatto, in ogni occasione. Invece sono una semplice lega ferro-carbonio, ma mi piaccio così: - ho la giusta percentuale di carbonio, quella che riesce a mediare fragilità e duttilità e quindi mi snervo, mi incrudisco e spero di non spezzarmi mai; - sono resiliente - sono instabile a volte, specie se mi arriva un forte colpo dall'alto, ma di solito, dopo un attimo di assestamento, torno in me e resisto; - ho mille sfaccettature e forme, posso essere una barra, un profilato o una lamiera; - sono attratta dai miei simili, che siano giunti o giunzioni e quei pochi che mi ispirano di più li tengo ben saldi a me; - so stare sola, ma splendo di più accanto al vetro o a dei pannelli di castagno; - amo il caldo e pure il freddo non mi spaventa, mi adatto a tutte le situazioni; - sono tenace e anche leggera. Se fossi un materiale sarei Acciaio e ora sapete anche il perché.