Terremoto a Ischia, la situazione dopo la notte



terremoto
Foto Ansa

Notte di paura trascorsa tra i soccorsi e la strada quella dopo il terremoto di magnitudo 4.0 che ieri sera alle 20:57 ha colpito l’isola di Ischia in provincia di Napoli

Un terremoto scuote ancora la terra italiana e stavolta colpisce l’isola di Ischia in provincia di Napoli. Ieri sera alle 20:57 una scossa di magnitudo 4.0 ha colpito il territorio dell’intera isola ischitana, terrorizzando tutti gli abitanti e le migliaia di turisti che affollano le località di vacanza durante l’estate.

È appena trascorsa una notte di paura tra le persone presenti sull’isola. Riscontrate già due vittime, due donne hanno perso la vita durante il terremoto. 39 i feriti e circa 2600 gli sfollati che hanno trascorso la notte in strada. Casamicciola il comune dell’isola più colpito: l’epicentro è stato infatti individuato in mare a 5 km da questa località. Una palazzina è crollata e un’intera famiglia è stata colpita dal crollo. 2 bambini sono ancora bloccati sotto la macerie, i vigili del fuoco lavorano incessantemente da ieri sera, e con precisione ormai da 13 ore, per trarre in salvo Ciro e Mattia, sono state date loro delle bottigliette d’acqua e si tenta di comunicare continuamente con loro. Il loro fratellino di 7 mesi, Pasquale, è stato salvato dai residui ed è salvo. Presenti sul luogo il padre dei bambini. Salvato pochi minuti fa dalle macerie uno dei due bambini. I soccorritori procedono a tirare fuori anche l’altro bambino. 

Situazione ospedali. L’unico ospedale presente sull’isola, l’Ospedale Rizzoli, è stato dichiarato inagibile ed evacuato per un paio di ore. La situazione è rientrata nella notte, quando l’ospedale è stato riaperto ed ha iniziato a riaccogliere feriti. Nel frattempo l’ospedale Cardarelli di Napoli ha accolto i pazienti più gravi, che avevano dovuto lasciare la struttura ischitana.

Sono stati istituiti dei traghetti speciali per chi intende lasciare l’isola. La paura è tanta. Il presidente del consiglio Gentiloni è continuamente in contatto con le autorità di Casamicciola e con gli esponenti della protezione civile che lavorano sul luogo.

La nostra vicinanza è tutta per i nostri concittadini di tutta l’isola di Ischia.

Leggi anche