Tassa rifiuti è caos errori nel calcolo: migliaia di ricorsi

tassa rifiuti

Errore nel calcolo della tassa rifiuti da parte del Comune di Napoli: il Codacons annuncia migliaia di ricorsi.

Tassa rifiuti, scoppia il caos al Comune di Napoli. Ad annunciare migliaia di ricorsi è il Codacons che da questa settimana ha iniziato un azione collettiva nei confronti di quei Comuni che hanno erroneamente calcolato il relativo importo della tassa rifiuti.

L’errore sarebbe da ricercare nell’applicazione errata della quota variabile applicata dai Comuni che ha generato un esborso maggiore e non dovuto da parte dei contribuenti. IL Codacons attiverà nella giornata di lunedì, un numero verde per tutti i cittadini che vorranno chiarimenti in merito alla Tari.

“Una valanga di cause patrocinate dal Codacons sta per abbattersi sui comuni, che saranno chiamati non solo a restituire il maltolto, ma anche a pagare gli interessi di legge e le spese nei confronti dei cittadini che agiranno attraverso la nostra associazione – spiega il presidente Carlo Rienzi ai microfoni dei colleghi del IlMattino – Intanto presenteremo un esposto alle Procure della Repubblica affinché indaghino per il reato di truffa e appropriazione indebita, chiedendo al tempo stesso il sequestro cautelare delle somme incamerate dai Comuni negli ultimi 5 anni attraverso la Tari”.