Home Attualità Targa per Lino Apicella. Il suo sacrificio inciso nel marmo e nella...

Targa per Lino Apicella. Il suo sacrificio inciso nel marmo e nella memoria. 

Covid-19

Italia
506,738
Totale casi Attivi
Updated on 17 April 2021 10:12

Targa per Lino Apicella: il ricordo del poliziotto ucciso in uno speronamento mentre inseguiva dei rapinatori.

TARGA PER LINO APICELLA – Questa mattina a Napoli, all’incrocio tra Calata Capodichino e via Tommaso Cornelio, è stata apposta la targa in memoria di Pasquale Apicella. L’assistente della Polizia di Stato morto in uno speronamento dell’auto di servizio durante l’inseguimento di alcuni rapinatori il 27 aprile 2020.

Pasquale Apicella Lino, assistente della Polizia di Stato, caduto nell’adempimento del dovere” – cita testualmente la targa. La stessa targa affissa dove se non nel luogo in cui è avvenuto l’incidente risultato fatale al poliziotto? Proprio lì in modo che la memoria risulti più forte, in modo che nessuno possa dimenticare.

Alla cerimonia sono intervenuti la moglie e i figli di Apicella, il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e il questore di Napoli Alessandro Giuliano. Anche l’assessore alla Toponomastica Alessandra Clemente e il prefetto di Napoli Marco Valentini vi hanno preso parte.

«La targa – ha spiegato il sindaco di Napoli Luigi de Magistris serve a ricordare quel che accaduto e a non dimenticare. Le tragedie talvolta si ripetono anche perché ci si dimentica troppo spesso di quel che accade nei nostri luoghi e nelle nostre strade. Questo è un giorno della memoria forte, con tutta la città unita nel ricordo di un poliziotto che ha dato la vita nell’adempimento del suo dovere».

La targa in memoria dell’agente Pasquale Apicella «permette di ricordare in maniera plastica il nostro collega Lino, che qui ha perso la vita e si è sacrificato per tutti» ha detto il questore Alessandro Giuliano. «Questo – ha aggiunto – permette di sottolineare come un appartenente della Polizia di Stato faccia parte della comunità in cui opera e sia figlio della comunità in cui opera. Questo il Comune di Napoli lo ha dimostrato in maniera plastica ponendo questa bellissima targa».

Leggi anche: Sei mila euro in banconote false: in giro tra le vie di Napoli

Latest Posts

ULTIME NOTIZIE