Stop al Consiglio Comunale per mancanza di consiglieri. Angelino (PD): “Spettacolo indecente”

consiglio

Annullata la seduta del Consiglio Comunale di Caivano per mancanza di consiglieri. Il consigliere comunale, Angelino: “Spettacolo indecente”

“Un palazzo senza fondamenta, costruito senza alcuna logica, con materie prime grezze e frastagliato di crepe, è destinato al cedimento immediato”. Sono le dure parole del consigliere comunale di Caivano del Pd, Antonio Angelino, in merito ad una delicata questione. L’amministrazione comunale di Caivano infatti, dopo pochi mesi di carica, decade miserabilmente. Il motivo: la mancanza di un numero sufficiente di consiglieri per lo svolgimento del Consiglio Comunale.
consiglio
Antonio Angelino (PD), consigliere comunale di Caivano
“Così, dopo solo sette mesi di amministrazione targata Monopoli, è venuto già a mancare il numero legale di consiglieri per lo svolgimento della seduta del Consiglio comunale”, conferma Angelino. Uno spettacolo indecente che si è consumato sotto gli occhi della giunta e dei consiglieri d’opposizione, figlio di una fase amministrativa salutata dalla maggioranza come “un nuovo corso”, ma che ha solo malcelato problemi e lacune presenti sin dall’insediamento dell’attuale amministrazione. Un nuovo corso fatto di despotismi interni ad uno stesso partito (lo stesso Navas si è dimesso da Forza Italia), dalla corsa alla poltrona d’assessore e dalla lotta tra bande.
Il Palazzo trema, e con esso la credibilità di un’intera amministrazione che si ostina a definirsi tale”, conclude il consigliere.