Spettacolo: è polemica sullo show comico Made in Sud

Spettacolo
Fonte foto: Napoli Today

Spettacolo: si è accesa un nuova polemica sul programma televisivo di Rai Due “Made in Sud”, definito da Ciruzzi un programma dannoso

SpettacoloMade in Sud, il programma televisivo di Rai 2 dedicato alla comicità meridionale, è al centro di una nuova polemica.

Colui che l’ha accesa è Domenico Ciruzzi, presidente dell’associazione Fondazione Premio Napoli, il quale ha dichiarato sul quotidiano La Repubblica le seguenti parole:

«Non mi piace nulla. È una trasmissione dannosa, soprattutto in questo momento. Sposa i più beceri cliché sul Meridione e li legittima, incoraggiando luoghi comuni e razzismo. Stiamo parlando di una trasmissione di circa due ore, in prima serata su Raidue».

Secondo Ciruzzi, il problema non è dovuto ai comici con i loro sketch ma agli autori.

Essi avrebbero portato il programma in una direzione negativa, incoraggiando “l’abitudine a considerare la volgarità come una specificità del Meridione”.

La risposta a Ciruzzi non tarda ad arrivare, si tratta di Gaetano Di Vaio, produttore cinematografico e televisivo.

Secondo Di Vaio, i veri nemici dei telespettatori sarebbero i “tronisti” di Uomini e Donne oppure i concorrenti di reality show come L’Isola dei Famosi.

Sul quotidiano la Repubblica, Di Vaio afferma di divertirsi molto durante la trasmissione.

“Domenico [Ciruzzi] sbaglia: a Made in Sud ci sono dei personaggi che fanno molto ridere e dei veri talenti come Gino Fastidio e Paolo Caiazzo che amo, e poi ci sono i bravi I Ditelo voi e gli Arteteca che piacciono molto anche ai bambini: mio figlio di 5 anni quando li vede ride molto. A governare la tv oramai è l’audience e Made in Sud di pubblico ne fa eccome. Appena tornato in tv il programma ha fatto 2 milioni di spettatori su Rai Due in prima serata.”

“Certo non è la comicità di Troisi, non è satira, ma non è certo peggio di altre trasmissioni e fa ridere milioni di italiani. E poi voglio ricordare che il produttore Nando Mormone, che come me viene dalla periferia […], l’anno scorso fu fatto fuori. Non a caso Made in Sud non andò in onda. Lui è un produttore indipendente. Si batte da Napoli con colossi come Endemol. Ora è tornato in tv e fa ascolti record. Con una trasmissione tutta napoletana che ha un grande indotto di lavorato.”