Spari a Chiaia: fermato figlio di un boss

spari

Movida violenta e spari nei baretti del quartiere di Chiaia: fermato 20enne figlio di un boss per l’episodio del 19 novembre

È stato fermato G.T. , di vent’anni, figlio di un boss del quartiere Fuorigrotta e condotto in questura perchè presunto autore degli spari nella zona dei baretti del quartiere di Chiaia, avvenuti il 19 novembre, in uno scontro che ha coinvolto una ventina di ragazzi, tra i 14 e 19 anni e provenienti da diverse zone, seguito poi dagli spari esplosi da uno scooter, con un bilancio di sei feriti, due dei quali minorenni.

Tra questi, ci sono ragazzi appartenenti ai clan di San Giovanni a Teduccio, dettaglio che ha fatto ipotizzare agli inquirenti la presenza della criminalità organizzata dietro questi gruppi di ragazzi.

La polizia ha notificato un decreto di fermo al ventenne ritenuto responsabile dell’episodio, il quale si è difeso affermando d’esser stato vittima di un’aggressione da parte di persone vicine al clan Formicola.