27 Febbraio 2016

Sosta vietata, i vigili multano la polizia

sosta vietata

Nata la manifestazione per indicare gli autoveicoli in sosta vietata, ovvero attraverso l’uso di un palloncino. I vigili multano infine la polizia

[ads1] Ed è proprio un autoveicolo della polizia ad avere la multa dai vigili, per sosta vietata.

La polizia dovrebbe essere colei che dovrebbe darci esempio, dovrebbe avere atteggiamenti di rispetto delle regole,ma a quanto pare non sembra essere così.

Da qui parte l’iniziativa del consigliere regionale dei Verdi, Francesco Borrelli, in diretta con La Radiazza di Gianni Simioli, per sostenere la manifestazione promossa da Claudio Agrelli e dagli altri attivisti di Città di Partenope che, in collaborazione con Aeroporto, hanno deciso di segnalare con palloncini le auto e le moto parcheggiate in modo selvaggio, nella zona di piazza Matteotti, via Monteoliveto e via Medina.

La cosa più assurda di questa manifestazione e che i poliziotti presenti, anziché osservare le violazioni del codice della strada, preferivano controllare i documenti dei ragazzi impegnati nella manifestazione, tant’è vero che in seguito sono  intervenuti gli agenti della polizia municipale che hanno multato le auto in sosta vietata, anche quelle della polizia.

La manifestazione  inoltre, è stata molto apprezzata dai cittadini i quali erano stanchi di dover passeggiare con l’intralcio di moto o auto che impedivano di muoversi liberamente. Tra loro vi era anche un famoso personaggio di “Un Posto al Sole” nonché Raffaele Giordano, interpretato da Fabrizio Rispo.

Infine, Claudio Agrelli, fondatore di Città di Partenope tramite il Corriere del Mezzogiorno spiega : ” Spesso il malcostume diventa abitudine grazie alla tolleranza.A Napoli ci siamo abituati a muoverci saltando gli ostacoli. Non è una metafora, è proprio così: se camminiamo a piedi troviamo veicoli in sosta sulle strisce o sui marciapiedi, se invece viaggiamo su gomma troviamo auto in doppia e tripla fila o comunque dove vige il divieto e questo rende la circolazione ancor più lenta con una media cittadina di 15Km/h. Era ora di richiamare i cittadini alla civile convivenza, dato che il fenomeno avviene anche nei pressi dei parcheggi. Ma questo è anche un segnale ai nostri amministratori ed a chi vuole diventarlo.” 

[ads2]