6 Marzo 2021

Sindaco: “L’assistenza sanitaria non è più garantita”

sindaco

Un sindaco, medico-rianimatore al Cotugno, ha annunciato che i posti cominciano a scarseggiare e che l’assistenza sanitaria non è più garantita

Il sindaco di Calvi Risorta (Ce), Giovanni Lombardi, ha dichiarato con un post sulla sua pagina Facebook che la situazione è critica.

Il primo cittadino – medico-rianimatore all’ospedale Cotugno – dopo un turno di 12 ore al Pronto Soccorso, ha scritto sulla sua bacheca che i posti letto cominciano a scarseggiare.

La notizia è stata riportata dalla testata Anteprima24.it; Lombardi ha affermato:

“A questa mattina la centrale operativa regionale di smistamento non è riuscita a trovare né un posto di terapia intensiva né di sub-intensiva in nessun ospedale della Campania.

Questo significa che siamo costretti a lasciare pazienti critici in reparti non interventistici per mancanza di posti letto.

La variante (soprattutto quella inglese) sembra essere più aggressiva ed in grado di colpire anche i giovani, i ventilatori scarseggiano e, per ridurre la pressione sugli ospedali, urge un nuovo e serio lockdown perché, al momento, l’assistenza sanitaria non è più garantita.”

Il sindaco ha da poco affrontato il contagio da Covid ed è tornato a lavoro appena guarito. La situazione che descrive è preoccupante.

La variante inglese sembra interessare anche i più giovani, creando ulteriore allarme.

Giovanni Lombardi si trova a coprire una doppia carica. Ha il ruolo di medico, che lo impegna con turni estenuanti e quello di sindaco, che gli impone di tutelare i suoi cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.