18 Aprile 2024

Shock a Mugnano, tenta di rapire una bambina di 11 anni?

L'uomo le avrebbe intimato di salire in auto, ma la ragazza è riuscita a fuggire rifugiandosi in un negozio di abbigliamento.

foto di repertorio

La tragica scoperta è avvenuta nella giornata di oggi a Baiano, in provincia di Avellino, dove un giovane ragazzo è stato trovato impiccato, Bacoli arrestato due Giovani, giugliano arrestato 41enne, Mugnano arrestati 18enne 15enne, napoli aggredito 43enne, afragola aggrediti carabinieri

E’ accaduto nel tardo pomeriggio della giornata di ieri, 17 aprile 2024, a Mugnano di Napoli: un uomo tenta di rapina una bambina di 11 anni. Il fatto avvenuto verso le 19.30, in zona San Giovanni. Sul posto sono intervenuti anche gli uomini dell’Arma dei Carabinieri.

Mugnano, tenta di rapire una bambina di 11 anni? il fatto

Come accennato, un uomo attorno alla quarantina ha tentato di rapire una bambina di 11 anni in zona San Giovanni a Mugnano di Napoli. Stando a quello che si legge dal gruppo cittadino “Sei di Mugnano in the world” la ragazza si stava dirigendo dalla zia, quando un uomo a bordo di un’auto si è fermato e le ha intimato di entrare. Lei si è rifiutata. L’uomo ha insistito più volte arrivando a tagliarle la strada.

Nonostante i tentativi da parte dell’uomo, la ragazza riesce a mettersi in fuga rifugiandosi in un negozio di abbigliamento poco distante dal luogo in cui è avvenuto il fatto. Fortunatamente nelle vicinanze v’era una pattuglia della Polizia Municipale che è stata allertata e che ha accompagnato la bambina, terrorizzata per quanto fosse accaduto, a casa. Il fatto è stato denunciato agli uomini dell’Arma dei Carabinieri che si sono recati sul posto per effettuare le procedure del caso.

Di seguito il post della madre della ragazza:
Buonasera a tutti la bambina in questione di cui si è parlato stasera è mia figlia. Erano le 19:30. Non era tardi. Stava giù al palazzo per andare da mia sorella che abita a pochi passi da noi. Una macchina si è fermata e gli ha detto esplicitamente di entrare in auto. Ha insistito più volte lei ha rifiutato e lui gli ha tagliato la strada. Lei è scappata fortunatamente in un negozio di abbigliamento giù da noi. E’ stato molto gentile il ragazzo del negozio vedendo mia figlia piangere. Sul posto si trovavano per una notifica gli agenti della polizia municipale. Hanno preso mia figlia e l’hanno riaccompagnata a casa. Abbiamo fatto tutto ciò che richiede la legge. State attenti ai ragazzi e ragazze. Non è il caso di dire “era notte che ci faceva la ragazza di notte”. Erano le 19 30. I carabinieri sono intervenuti dopo per varie procedure“.

Aggiornamento sulla vicenda

E’ notizia di quest’ultime ore che l’intera vicenda è stata frutto di un grosso equivoco. A confermarlo è lo stesso prima cittadino di Mugnano di Napoli, Luigi Sarnataro, che tramite un video sulla propria pagina Facebook racconta quanto invece accaduto:
Volevo rassicurare i cittadini che non c’è stato alcun tentativo di rapimento. Le due persone che erano state identificate come presunti rapitori, in realtà sono due nostri concittadini che assolutamente non avevano alcuna intenzione di rapire la bambina. Stavano semplicemente lavorando. La cosa è stata chiarita anche con i familiari“.

La redazione di NapoliZon ti suggerisce di leggere anche: Mugnano di Napoli chiuso bar per 15 giorni

Se vuoi supportare il progetto editoriale ti invitiamo a mettere mi piace alla pagina Facebook di NapoliZon.