Sequestrati stupefacenti e 25 denunciati al concerto di J-Ax



sequestrati

Sequestrati stupefacenti al Vulcano Buono in occasione del concerto di J-Ax, grazie a un blitz delle Fiamme Gialle

Era solo il primo di tutta una serie di concerti che in questi giorni di gran caldo stanno accompagnando le serate di chi non è ancora partito per le vacanze: un vero evento che sarà presto seguito anche da quelli di Francesco De Gregori e dei Negrita.

È divenuto l’occasione per effettuare un importante sequestro di sostanze stupefacenti e per segnalare 25 persone ai competenti Uffici Territoriali del Governo.

Si trattava del concerto di J-Ax, l’ex-leader degli Articolo 31, esibitosi ieri sera al Vulcano Buono a Nola in uno spettacolo che ha richiamato tantissime persone.

Le Fiamme Gialle, però, con il supporto di Unità cinofile antidroga, in contemporanea al concerto hanno posto in essere anche un’autonoma attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, ed hanno effettuato controlli ai varchi nei confronti dei partecipanti al concerto in collaborazione con l’organizzazione e la direzione generale del centro commerciale.sequestrati

Sono stati così sequestrati ben 145,3 grammi di sostanze stupefacenti, di cui 17,3 grammi di marijuana, 127,2 grammi di hashish e 0,8 grammi di crack.

Tra i denunciati, anche un gruppo di giovani nolani che, dopo essere stati segnalati dall’unità cinofila, hanno tentato di sottrarsi ai controlli adducendo come motivazione il fatto di trasportare con sé dei medicinali salvavita di odore e confezionamento del tutto simile ai cosiddetti “spinelli“.

Successivi approfondimenti hanno però rivelato che all’interno delle capsule apparentemente per medicinali di spinelli c’erano ben 36, ed erano tutti pronti per essere consumati.

L’intervento dei finanzieri ai prossimi concerti comunque, non sarà l’unico: già da tempo, infatti, le Forze dell’Ordine e il Corpo stanno attuando questi controlli in occasione di spettacoli che richiamano molte persone.

Il fine principale é quello di prevenire la diffusione e l’uso di sostanze proibite durante questi spettacoli, in modo che la loro visione sia quanto più possibile sicura, piacevole nonché priva di rischi.

Leggi anche