Scuola media statale Fava Gioia, stop agli incontri sul bullismo e sulla diversità di genere



scuola Fava Gioia

La preside della scuola media statale Fava Gioia di Materdei sospende gli incontri avviati dal progetto con l’Arcigay di Napoli

Il primo incontro previsto dal progetto si era tenuto il 7 febbraio, il secondo sarebbe avvenuto il giorno 21. Dopo avere assistito alla testimonianza diretta di un transessuale, a suo tempo vittima di bullismo, gli alunni della scuola media statale Fava Gioia di Materdei sono tornati a casa con un bagaglio di perplessità e di domande, alle quali i genitori non hanno saputo dare risposta. Questi, fino ad allora tenuti all’oscuro dei contenuti del programma, si sono recati a scuola per protestare e hanno indotto la preside, Rosaria Tramontano, a firmare una lettera destinata all’Arcigay di Napoli, che avrebbe indetto la sospensione del progetto.

Dopo alcuni tentativi, risultati vani, di ripristinare i contatti con la scuola,  il presidente dell’associazione LGBT di Napoli, Antonello Sannino, ha denunciato: “Inaccettabile, in una scuola di Napoli interrompono il corso della rete Nazionale Stop al bullismo e al cyber bullismo perché non vogliono gay e trans in classe. Il progetto è approvato dal ministero dell’Istruzione e lo abbiamo avviato in 14 scuole a Napoli senza problemi spiegando che gli incontri affrontano sia il tema del bullismo che della diversità di genere, con testimonianze dirette, proprio per coinvolgere i ragazzi”.

 

Leggi anche