3 Ottobre 2022

Scopre di essere incinta e di avere un tumore: muore 36enne

Scopre di essere incinta e di avere un tumore: la diagnosi giunge lo stesso giorno in cui scopre di essere incinta

scopre di essere incinta tumore

SCOPRE DI ESSERE INCINTA E DI AVERE UN TUMORE- Un ragazza di 36 anni ha scoperto lo stesso giorno di essere incinta e di avere un tumore. La diagnosi del cancro è giunta lo stesso giorno in cui ha scoperto della gravidanza. Nonostante la malattia, la coraggiosa ragazza ha preso la decisione di far nascere la sua bimba.

È una storia d’amore e di speranza quella di Elisabetta e di suo marito Matteo. Lei è morta di tumore lo scorso luglio a 36 anni. Lui ha deciso di raccontare la loro storia per dire “a chi sta combattendo la stessa guerra di non arrendersi”.⁣
⁣Elisabetta, Elisa per suo marito, e Matteo si sono conosciuti nel 2015 al matrimonio di un amico in comune. Si sono innamorati e dopo un anno e mezzo sono vivere insieme.⁣


Hanno provato ad avere un figlio, che inizialmente non arrivava. Poi nel giorno del suo compleanno, nel 2021, Elisabetta si è accorta di avere un nodulo al seno. È un tumore maligno. “Ci è caduto il mondo addosso, In ospedale a Forlì le hanno prescritto alcuni esami e le hanno detto di fare prima un test di gravidanza per accertarsi che non fosse incinta. Figurati, ci avevamo provato per due anni…”.⁣

Non ha mai vacillato un attimo, era convinta che la gravidanza fosse la luce in questo periodo di tenebre e, nonostante tutto, ha scelto di portarla a termine e di curarsi, seppur parzialmente, con terapie che non danneggiassero una creatura così intensamente desiderata”.


Ma purtroppo l’intervento non è bastato, il tumore c’era ancora. Lei, al terzo mese di gravidanza, ha iniziato la chemioterapia. A otto mesi è nata la piccola e poco dopo ha subito la mastectomia totale. “Ma al primo esame scopriamo che la malattia era migrata. Il tumore si era esteso al fegato.⁣”
⁣“A 35 anni non bisognerebbe mai vedere la morte della propria moglie, crescere una figlia da soli e sapere che non potrà mai davvero sentire l’affetto di sua madre”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Villa dei Fiori Acerra: aggressione alla clinica