Sant’Antimo, fermato figlio di un boss

Sant'Antimo

“Pagate o vi sparo”: questa la “minaccia preferita” del figlio di un boss, arrestato questa mattina a Sant’Antimo, nella periferia napoletana

La notizia è stata riportata da ANSA: un giovane camorrista, figlio di un noto boss napoletano, è stato arrestato oggi dai Carabinieri. Il ragazzo aveva minacciato alcuni imprenditori di Sant’Antimo, a nord di Napoli.

“Pagate o vi sparo” aveva detto ai titolari delle aziende, che dovevano pagare pizzini fino a 25mila euro, nonché vendere appartamenti ad una società affiliata. A mediare, un altro imprenditore, “vicino” alla famiglia.

I militari, che già ben conoscevano il padre, esponente del clan Puca, hanno emesso delle ordinanze cautelari nei confronti del giovane camorrista e dell’imprenditore. Entrambi erano incensurati.

A condurre le indagini, il nucleo investigativo di Castello di Cisterna, altro comune nella provincia partenopea.