Salvatore Serino, Campione d’Italia 2016

Salvatore serino

Salvatore Serino Campione d’Italia 2016 di karate. Un orgoglio per la nostra città, il 29enne Napoletano, originario di Miano, già campione europeo e vicecampione mondiale.

Salvatore Serino, Campione nello sport e nella vita. Ha 29 anni, è Napoletano, originario di Miano, e sabato si è aggiudicato il titolo di Campione assoluto d’Italia 2016 di karate cat. 67 kg.

Già campione europeo e vice campione del mondo, Salvatore Serino ha un repertorio alle spalle di ben 38 vittorie comprendenti titoli internazionali, fra cui una medaglia d’oro agli europei 2008 ed una medaglia d’argento ai mondiali 2007, dove riuscì a battere il campione d’Europa e del mondo in carica, ed anche quest’anno ci ha dato dimostrazione del suo valore riqualificandosi Campione assoluto d’Italia, titolo già conquistato per bene 5 volte negli anni precedenti.

12722231_1693179880937374_491657114_o

Una lunga e prestigiosa carriera sportiva piena di soddisfazioni, ma anche fatta di sacrifici, come ci ha raccontato lui stesso durante l’intervista di ieri pomeriggio, fra l’emozione del titolo appena conquistato e la commozione dei ricordi riaffiorati alla memoria.

12516448_1693179890937373_739392374_n

Sin da piccolo, si è subito distinto per le sue eccellenti capacità sportive, vincendo varie competizioni regionali ed interregionali; Aveva 5 anni quando la madre lo iscrisse a un corso di arti marziali, per aiutarlo a superare il trauma per la tragica scomparsa della sorellina di soli 7 anni. Fu subito accolto come un figlio dai suoi maestri, e mentori, Raffaele Andreozzi e Ciro De Francesco.

Nel 2001, a soli 13 anni, vinse il suo primo campionato italiano esordiente categoria 40 kg. Studiava anche kickboxing e ballo, un’altra sua grande passione; ma quella prima vittoria Nazionale segnò la svolta nella sua vita sportiva, e scelse di dedicarsi esclusivamente al karate con specialità kumite, ovvero “combattimento”.

Da allora la sua vita è stata segnata da ben 38 titoli conquistati, sia europei che mondiali.

All’età di 14 anni, partecipò al primo seminario di karate con la nazionale italiana; a 17, nel febbraio 2005, combattè il suo primo campionato europeo (categoria cadetti 60) ottenendo un egregio 7° posto e, a novembre dello stesso anno, partecipò ai mondiali juniores di Cipro conquistando un ottimo 5 posto.

Sale sul podio nel 2006, aggiudicandosi un meraviglio bronzo agli europei juniores di Podgorica, in Serbia, Montenegro.

A inizio anno 2007, per un problema cardiaco, dovette rinunciare agli europei; ma a novembre dello stesso anno riuscii a gareggiare egregiamente ai mondiali di Istanbul dove si distinse conquistando un entusiasmante medaglia d’argento, e battendo il campione d’Europa e del mondo in carica!

A febbraio del 2008 conquista il primo titolo europeo juniores “18/21” anni!

Nello stesso anno ottenne l’ammissione al centro sportivo dell’esercito, dove ha militato per 8 anni ottenendo ancora prestigiosi titoli nazionali ed internazionali!

Ma, il Campione d’Italia, non ha vissuto solo momenti felici. Fu un duro colpo per lui quando, nel 2014, subì l’esclusione dall’arma “Per un banalissimo errore di trascrizione del voto scolastico nella domanda di partecipazione al concorso! Ciò comportò, dopo essere passato in servizio permanente, l’esclusione dall’arma; conquistai il mio ultimo titolo nazionale con la divisa e poco tempo dopo mi congedarono! 

Beh, se ci penso, ancora mi vien da ridere!”  ha confidato il nostro campione in carica.

Negli ultimi due anni ho un po’ trascurato le competizioni ufficiali, ma potete ben immaginare il perchè. Dopo una vita trascorsa ad allenarsi ed a combattere in giro per il mondo, sacrificando tutti i divertimenti per dedicarsi ogni giorno al raggiungimento di grandi risultati, improvvisamente qualcuno decide che la tua vita deve cambiare, e ti toglie le certezze stabili che hai.

E’ stato un duro colpo, ma non volevo mollare e, fin da subito, ho trovato la forza di rialzarmi, svolgendo qualsiasi tipo di lavoro pur di sopperire a quelle mancanze che avevano causato una voragine nel mio cuore. Dovevo fare i conti con la vita, con la salute dei miei genitori che hanno sconfitto più volte il cancro, e con la sensazione di dover riuscire a dimostrare per l’ennesima volta il mio valore!

Oggi insegno karate in tre centri sportivi ed una scuola materna, e collaboro al progetto sociale gratuito “sport di classe”, che coopera con le scuole del quartiere napoletano offrendo formazione professionale e corsi gratuiti ai bambini dai 5 agli 11 anni. Un progetto per me molto importante perchè lo sport, soprattutto in quartieri come Scampia, ha un doppio valore; non è solo un modo per mantenersi in forma o divertirsi, ma significa anche dare un’alternativa alla strada.

Sono anche un assistente di salsa cubana, nella scuola della grandissima maestra Elisa Guarino “Spirit of salsa”.

Ma principalmente sono ancora un atleta, e per l’ennesima volta CAMPIONE d’Italia !”

Una vita piena di soddisfazioni e sicuramente ricca di valori per questo 29enne napoletano che ci ha già regalato tante emozioni e che sembra pronto a donarcene ancora molte.