Salieri, a Napoli con una rivisitazione hard di Eduardo

salieri

Mario Salieri torna a Napoli con il suo nuovo progetto teatrale. Lo storico regista del cinema hard porta in scena una rivisitazione de “Il cilindro” di Eduardo

Mario Salieri, nome d’arte di Mario Altieri, famoso regista e produttore di film pornografici classe ’57, torna a Napoli e precisamente in teatro. L’8 e il 9 maggio al teatro Totò andrà in scena “Il cilindro”, una commedia hard che si muoverebbe, molto liberamente, sulla scia della commedia di Eduardo.

L’ omonima commedia di De Filippo del 1965 non è di certo fra quelle più conosciute. La trama narra di una finta prostituta che redarguisce i clienti per poi rifilargli il classico ‘pacco’: una volta al dunque si ritrovano un morto nel letto invece della donna. Salieri parte da questa trama per stravolgerla e arricchirla di note erotiche. Lo scopo ultimo è provocare lo spettatore. Ma d’altronde a partire dalla scelta del proprio nome d’arte –Salieri come l’acerrimo antagonista di Mozart– passando per ciascuno dei suoi oltre 200 film in 35 anni di carriera, il regista ha fatto della provocazione il suo marchio di fabbrica.

Lo spettacolo teatrale sarà vietato ai minori di 18 anni e vedrà in scena attori di diverso tipo.

Il regista e produttore di film a luci rosse, avrebbe, infatti, formato la compagnia teatrale Sirena Partenope. Questa compagnia vedrebbe la partecipazione sia di attori teatrali come Ciro Ruoppo,Ciro Grano, Max Menico, Regina Sanseverino, che di attori del cinema hard quali Valentina Nappi, Rossella Visconti, Monique Covet.

Fonte Il Mattino