S. Giovanni Bosco, rubati condizionatori: “Intimidazione camorristica”



S. Giovanni Bosco
Immagine da web

S. Giovanni Bosco, rubati i condizionatori del reparto chirurgia generale. Le parole del consigliere Borrelli…………..

S. Giovanni bosco – Oggi 5 Luglio c’è stato un sopralluogo presso l’ospedale S. Giovanni Bosco da parte del consigliere regionale  – Commissione Sanità – Francesco Emilio Borrelli, dopo il furto dei condizionatori del reparto di chirurgia generale.

Il furto è avvenuto in occasione della disinfestazione per il caso formiche, giovedì 4 Luglio, e per questo motivo erano stati rimossi. Il problema è che non sono stati più ritrovati, quindi rubati.

Il sopralluogo è avvenuto in seguito ad un sabotaggio, verificatosi all’interno del nosocomio, presso l’ex Unità terapia intensiva cardiologica, che il consigliere spiega così:
Come noto qualcuno si è introdotto nell’area, attualmente in disuso, forzando alcune porte antincendio, per intasare i servizi igienici riservando un’ingente quantità di carta igienica e aprendo al massimo il getto dei rubinetti. Tale atto ha determinato l’allagamento del piano e consistenti infiltrazioni d’acqua nell’area sottostante. Il sabotaggio rappresenta un’intimidazione di carattere camorristico, una dimostrazione di forza di qualcuno che vuol mostrare quanto può far danni“, continua Borrelli.

Il sabotaggio è una chiara intimidazione di stampo camorristico. Difficile pensare che l’atto sia potuto avvenire senza connivenze interne al personale.
Evidentemente al San Giovanni Bosco c’è qualche pecora nera che ha interesse a favorire fenomeni criminali. Durante il sopralluogo abbiamo avuto modo di constatare che sono stati sostituiti i condizionatori nel reparto di Chirurgia generale“, conclude.

 

 

 

Queste le condizioni attuali in cui versano alcuni reparti dell’ospedale (postate dallo stesso Borrelli sulla sua pagina Facebook):

 

 

Leggi anche