Renzi dopo le proteste su Bagnoli:” Un miliardo per i beni culturali”

Bagnoli

Il Premier Matteo Renzi è intervenuto stamane agli Stati Generali del turismo, ritornando sulla questione Bagnoli:” Non temiamo chi tira i sassi”, afferma il Presidente del Consiglio, che poi promette” Un miliardo per i beni culturali”

Dopo le proteste organizzate contro la visita di Bagnoli lo scorso mercoledì ho pensato che fosse giusto tornare a Napoli. Le Istituzioni non hanno paura di chi tira sassi o sa solo urlare“. Lo scrive il premier Matteo Renzi sulla sua pagina Fb. “Noi siamo qui per dirvi che quello che serve non è discutere di turismo congressuale, sportivo, culturale. Noi mettiamo per la prima volta 1 miliardo sui beni culturali affinchè siano rimessi a posto. La gestione culturale deve diventare patrimonio nazionale, un pezzo dell’orgoglio della nostra identità. Le cose le facciamo ma non serviranno se non parte un’operazione educativa e culturale per la quale essere italiano significherà essere sinonimo di bellezza, di talento, non serviranno se continuiamo a credere a quelli che se c’è un dato guardano a quello negativo“. E’ questo l’intervento del Presidente del Consiglio, intervenuto agli Stati Generali del turismo a Pietrarsa.

Renzi è giunto a Napoli e ha visitato, col ministro della Cultura, Dario Franceschini, il Parco e il Museo di Capodimonte. Il premier, poi, andrà a Portici, dove è imponente lo schieramento di uomini delle forze dell’ordine, con agenti che stanno vigilando sull’ area della manifestazione anche dai tetti di alcuni edifici circostanti.