Regione Campania nuovi Assessori, lasciano Angioli e D’Alessio

Regione
Regione Campania

Regione Campania, il Presidente De Luca nomina nuovi Assessori, Il Prof. Discepolo, il dott. Cinque, il dott. Capozza e il dott. Roberti. Lasciono il loro incarico la dott.ssa Angioli e la dott.ssa D’Alessio

La Regione con un comunicato del Presidente De Luca poco fa ha dato notizia circa un rafforzamento delle cariche Assessorili, per un maggior impegno della Giunta nei campi del Lavoro, delle Politiche sociali, della Scuola, dell’Ambiente e dei Fondi Europei, .Vincenzo De Luca

Si annuncia, tra l’altro, che tra due settimane sarà presentato il Piano per il Lavoro della Campania, una proposta chiave diretta ai giovani disoccupati della nostra regione.

Viene rafforzata la Giunta Regionale con l’impegno di nuove personalità quali: il prof. Bruno Discepolo con delega all’Urbanistica; il dott. Ettore Cinque con delega al Bilancio; il dott. Gerardo Capozza con delega alle Attività Produttive; il dott. Franco Roberti, con delega alle Politiche per la Sicurezza.

Inoltre, viene comunicato che il prof. Amedeo Lepore assume la responsabilità di Consigliere del Presidente, in ordine alla materia delle “Zes” della Campania.

Tra l’altro, il Presidente De Luca ringrazia il “dott. Franco Roberti che, con generosità, ha offerto la sua collaborazione ed esperienza per la messa a punto di iniziative sempre più efficaci sul piano della sicurezza”. Per poi aggiungere:  “Siamo di fronte a una grave emergenza. Dovremo lavorare a un grande progetto educativo rivolto alle giovani generazioni, ma anche a misure di prevenzione, di videosorveglianza, di contrasto forte a fenomeni di illegalità dovunque si manifestino (dalle ambulanze del 118 ai pronto Soccorso, ai quartieri, alle babygang, alle occupazioni abusive di immobili pubblici etc.)”.

Infine il comunicato chiude ringraziando il Presidente della Repubblica dichiarando: “Ci incoraggia e ci onora la decisione del Presidente della Repubblica di concedere la Medaglia d’Oro al Valor Civile a Teresa Buonocore, la madre coraggio assassinata anni fa. E questo ci impegna a batterci perché mai più ci siano tragedie simili“.