Razzismo: Aggredito perché nero: “Non è la prima volta…”

razzismo
ansa.it

Ennesimo episodio di razzismo a Napoli, dove un uomo di 51 anni è stato aggredito nel quartiere Sanità

Gli episodi di razzismo aumentano, questa volta il teatro è il quartiere Sanità di Napoli dove un uomo di 51 anni è stato aggredito da una baby gang che prima lo ha accerchiato e successivamente gli hanno spruzzato spray urticante sugli occhi facendolo cadere a terra.

L’uomo è Yacoubou Ibrahim e vive in Italia da 28 anni e lavora all’Asl di Napoli come mediatore culturale.

L’aggressione, avvenuta nella Sanità, è stata raccontata proprio dall’uomo a ‘La Repubblica’:

“Stavo tornando a casa con la busta della spesa in mano.

Li ho visti da lontano, non era la prima volta che mi infastidivano. Allora ho cercato di seminarli.

Mi sono infilato in un vicolo ma quando sono uscito nella piazza me li sono ritrovati vicini e ho capito che mi avevano seguito.

Mi hanno accerchiato, spruzzato spray urticante direttamente negli occhi ed io non sono riuscito a reggermi in piedi.

Sono caduto come un pezzo di legno, ho perso tutta la forza, non capivo più niente, non vedevo più nulla.”.

E’ ancora Yacoubou a spiegare che non si tratta della prima volta:

“Sei mesi fa volevano togliermi il cappello. In Italia c’è un clima di odio”.

Fonte: “La Repubblica”

Immagine: “Ansa.it”