Quarto, centrosinistra escluso dalle elezioni comunali

Nel comune di Quarto l’intero centrosinistra e parte del centro-destra rimarrà escluso dalla competizione elettorale

A Quarto Dinacci e Martusciello sono fuori. È ciò che il Consiglio di Stato ha sentenziato dopo che il Tar aveva riammesso le liste alla campagne elettorale.

Competenza di circoscrizione, è questa la motivazione per cui  il Consiglio di Stato ha deciso per l’esclusione delle liste di Dinacci del Pd e Martusciello di Fratelli d’Italia. Risultano così esclusi dalle elezioni: l’intero centrosinistra con  le liste del PD, di Sel Valori e Diritti, UDC, Centro Democratico; il candidato sindaco di Fratelli D’Italia, Peppe Martusciello; il candidato sindaco Mario Bramante e la lista Nuovo Centro Destra.

Il Consiglio di Stato ha dunque accolto il ricquartoorso del Movimento Cinque Stelle. Parteciperanno ai giochi elettorali  il candidato sindaco Giovanni Santoro, sostenuto dalla lista civica Uniti per Quarto, il candidato Luigi Rossi con la lista civica Protagonismo Sociale, Rosa Capuozzo del Movimento Cinque Stelle e Gabriele Di Criscio, con le liste civiche Insieme per quarto e Forza Gabriele. Una competizione che vede escluso gran parte dell’elettorato, sia di centro-destra che di centro-sinistra e che penalizza la rappresentanza dell’intero comune quartese.