11 Novembre 2022

Professore liceo Cavour discrimina uno studente trans

Discrimina uno studente trans: il 18enne tramite la carriera ,alias aveva il diritto di scegliere il proprio nome

PROFESSORE LICEO CAVOUR

PROFESSORE LICEO CAVOUR-lo studente trans del Liceo C. Cavour di Roma ha raccontato di essere stato discriminato da un professore. I fatti risalgono a qualche giorno fa. Visionando un compito in classe corretto dal docente, il 18enne ha trovato il proprio nome maschile, quindi non quello anagrafico, segnato come errore. Alla sua richiesta di spiegazioni, l’insegnante avrebbe risposto “io davanti ho una donna”, offendendo il giovane e violando il regolamento scolastico.

Durante l’estate, lo studente aveva infatti chiesto e ottenuto l’attivazione della Carriera alias. Dunque tramite un accordo tra scuola, alunno e famiglia (nel caso di studente minorenne la persona trans chiede di essere viene riconosciuta e denominata con un genere alternativo rispetto a quello assegnato alla nascita. Il ragazzo, dunque, aveva il diritto di scegliere il proprio nome e di utilizzarlo anche nei documenti ufficiali, come i compiti in classe. 

“Mi ha ignorato completamente quando gli ho detto che era un mio diritto firmarmi con il nome scelto – Mi sono sentito davvero umiliato, perché ha cominciato a ripetermi il mio nome di nascita davanti a tutta la classe, ma non una volta, l’ha ripetuto un sacco di volte”. Le umiliazioni non si sono limitate solo al contesto della classe. Infatti racconta il ragazzo che quando il professore lo incrociava nei corridoi lo chiamava ‘signorina’. ”Perché farlo se già sapeva che non mi sento una donna?”.

Il professore si sarebbe poi scusato per la questione del compito in classe, ma per l’alunno si sarebbe trattato di scuse di convenienza. “Non si è scusato perché pensava veramente di doverlo fare, ma perché aveva paura di un richiamo scritto”. Ora il ragazzo chiede al preside del liceo Cavour di prendere provvedimenti disciplinari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE : Le Iene: suicidio dopo il servizio tv. Berlusconi commenta