11 Novembre 2022

Le Iene: suicidio dopo il servizio tv. Berlusconi commenta

Dopo il servizio televisivo, un uomo 64enne, condannato per sostituzione di persona, è stato trovato morto...

le iene

Le Iene. La settimana scorsa è andato in onda a le Iene, un servizio che parlava di Daniele, un giovane 24enne che un anno fa si è tolto la vita. Il ragazzo, si era suicidato dopo aver appreso di essere stato vittima di uno scherzo che era durato ben un anno. Aveva conosciuto una ragazza online, diventata poi la sua fidanzata che, in realtà, era un uomo di 64 anni.

L’uomo è stato, poi, trovato morto in casa a Forlimpopoli. Il 64enne, dopo il suicidio del giovane, era stato indagato dalla Procura, ed aveva ricevuto un decreto di condanna per sostituzione di persona.

Nel servizio televisivo, l’uomo era stato raggiunto nel centro del paese dalla troupe televisiva. Andato si in onda con il volto oscurato, ma è stato comunque riconosciuto.

A proposito di questa vicenda, Pier Silvio Berlusconi, amministratore delegato di Mediaset, ha affermato:

“È una vicenda che tocca la mia sensibilità . Noi facciamo una tv incentrata su tutti i temi, anche di cronaca, e nel farlo capita di andare oltre ciò che è editorialmente giusto. Penso che dovremo alzare ulteriormente il livello di attenzione e sensibilità”.

PIER SILVIO BERLUSCONI: “SERVONO ATTENZIONE E SENSIBILITA'”

Secondo lui dire basta a un certo tipo di giornalismo sarebbe come tornare indietro invece che andare avanti.

Dice: “servono attenzione e sensibilità, e mi rendo conto che non è facile. Le Iene sono un programma fatto da signori professionisti. Davide Parenti, l’autore, è bravo. Ma è una questione di sensibilità personale: da editore dico che quella cosa lì non mi è piaciuta. È un lavoro complesso e può capitare, ma a maggior ragione bisogna tenere alto il livello di guardia”.

Leggi anche: Rita De Crescenzo a Le Iene: “Guadagno 3 mila euro a settimana”