9 Maggio 2022

Prof fa pregare i suoi alunni per la Salernitana, è polemica

Salernitana preghiera

Un professore fa pregare i suoi allievi per la Salernitana e poi posta il video sui social. È polemica tra i genitori e la scuola

Napoli. Manca poco alla fine del Campionato e la tensione si fa sempre più alta. Per la Salernitana non è ancora tutto perduto, infatti con il cambio dell’allenatore ci sono speranze nuove. C’è, tuttavia, chi per l’entusiasmo in vista di nuove speranze per la Salernitana ha coinvolto dei bambini in una preghiera, con tanto di Ave Maria, per “far vincere la Salernitana”.

Molti tifosi sui social stanno chiedendo al Napoli di giocare nella prossima partita di campionato contro il Genoa e non falsare questa lotta per non retrocedere. Invece c’è chi in classe, ha utilizzato l’Ave Maria per una particolare preghiera. In un video, finito sui social, è possibile vedere gli alunni della scuola elementare dell’istituto Matteo Mari di Salerno che vengono coinvolti da un uomo con una preghiera al fine di aiutare la Salernitana. Il video ha riscosso molto successo, tuttavia le polemiche sono state tante. Dal video è possibile sentire testuali parole:

Preghiamo per la Salernitana affinché questa volta vinca oggi pomeriggio senza farci soffrire. Ave Maria…”. E ancora: “Eh per la Salernitana? Ip Ip Urrà, non ho sentito”. “E se voi amate i granata, battete le mani. Chi segna oggi? Djuric!”.

L’Ufficio scolastico regionale, informato dell’accaduto, ha aperto un’indagine per capire se l’autore sia stato un docente e perché questo video sia finito in rete. L’istituto afferma:

È stato solo un momento gioioso post-Covid per i nostri bimbi. Ha provato a creare un gruppo sostenendo la crescita di un sano fair play nelle giovani generazioni, perché siano capaci di assecondare le proprie passioni facendone occasione di allegria e coralità, senza animosità verso l’avversario“.

Leggi anche: Papa Francesco a Malta per il viaggio apostolico

Seguici su Facebook e resta aggiornato con NAPOLI ZON per tutte le notizie relative alla Città di Napoli e non solo (clicca qui e metti mi piace alla nostra pagina ufficiale social).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.