Portici, qualità urbana e rospo smeraldino

waterfront

Portici, la Consigliera Florinda verde intervistata sulle attività messe in campo in questo primo anno di mandato elettorale con la Giunta Cuomo

Continuano le nostre interviste agli attori politici Porticesi ad un anno di distanza dall’insediamento della Giunta Cuomo. Dopo i nostri incontri con il Presidente della IV Commissione Antonio Bibbiano e il Consigliere d’opposizione Mauro Mazzone del Movimento Democratici Progressisti per Portici abbiamo incontrato la Presidente della III Commissione “Ambiente e qualità urbana” Florinda Verde esponente della maggioranza che appoggia il Sindaco Cuomo.

Dott.ssa Verde nell’ultima intervista abbiamo incontrato il Consigliere d’opposizione Mazzone che tra le altre ha sottolineato la “differenza abissale tra il 2000 ed oggi”, tra le varie Amministrazioni.Verde

“È sotto gli occhi di tutti, dalle piccole cose alla grande visione di città, Portici è di fatto ripartita alla grande.
Abbiamo messo la parola fine a 2 questioni annose e spinose della nostra città quali la Kerasav e Ciro a Mare, avendo in entrambi i casi la responsabilità di seguire come Consiglieri di seguire l’ Amministrazione capitanata da Cuomo di fare la nostra parte coraggiosa. Mi auguro che ben presto le altre parti in causa in entrambe le questioni facciano la loro.”

In che modo si è messa la parola fine alle due questioni?

“Per quanto riguarda “Ciro a Mare” si sono predisposti gli atti per la chiusura del contenzioso tra il Comune ed i titolari. Per quanto riguarda la kerasav, anche in questo caso eravamo in presenza di un contenzioso con la proprietà e per la quale si è preferito rinunciare ad una somma che si presentava di improbabile recupero, preferendo di mantenere il bene ed attendere l’incasso di una somma che perverrà da Autostrade Spa per un esproprio effettuato e che cosi potrà essere utilizzato per la comunità.”

Anche sul tema della qualità urbana il Consigliere segna un punto negativo

“Ritengo invece che siano grandissimi i risultati in tema di ambiente e qualità urbana, frutto della sinergia tra l’assessorato di Maurizio Minichino e la Commissione Consiliare che ho, dall’insediamento, l’onore di presiedere. La velocità con cui l’ente ha riaffidato la manutenzione del verde e ribandito i parchi urbani che a brevissimo ripartiranno a pieno regime. Inoltre abbiamo avviato la formazione, già in essere, di un nucleo di guardie ambientali per il monitoraggio del territorio. Poi il ripristino delle reti ad altezza delle mortelle per trattenere i rifiuti che porta il mare ed il 7° giorno di raccolta differenziata. Queste sono solo alcune delle iniziative che hanno in poco tempo dato il senso della città che vogliamo essere.”

Quindi un bilancio positivo sulla raccolta e non solo

“È fondamentale la sinergia col nuovo assetto della dirigenza della Leucopetra, l’ottimo lavoro dell’azienda capitanata eccellentemente da Sandro Pacilli, ci ha permesso non solo di migliorare l’igiene Urbana, ma di aumentare i servizi per la comunità, come la pulizia quotidiana delle spiagge, la sanificazione delle strade e degli arredi urbani. Ma ambiente non è solo igiene urbana è anche una questione di visione; come organo politico di questa amministrazione ho inteso incidere su questo.”

Dalle sue affermazioni traspare una netta soddisfazione su questo primo anno di attività
“Mi dico soddisfatta del mio primo anno al 4° piano di Campitelli, ho ottenuto tramite una sponsorizzazione della piattaforma Ambiente SPA, delle casette che rendono più ordinati e puliti i punti dove i volontari assistono le colonie feline censite. Ciò ha reso non solo unservizio all’animale ma anche un maggior decoro urbano rendendo così più accettabile il gatto di strada nella comunità.”

Verde-2

 

So che un’iniziativa però è il suo orgoglio personale, quella legata alla salvaguardia di una specie protetta
“Si vero, il ricordo che porterò sempre nel cuore, per ciò che mi ha dato in termini emotivi, è la battaglia che ho ingaggiato per la salvaguardia della specie protetta del rospo smeraldino. Una specie protetta che ha sviluppato i girini in una pozzanghera sul lungomare tra portici e Pietrarsa (ndr. Il tratto che sarà oggetto di intervento per la realizzazione del progetto Waterfront).  Dalle Associazioni Abeta, Ardea e dal WWF vengo allertata segnalandomi che in una pozza si è sviluppata una colonia di girini. Il sopraggiungere del caldo non avrebbe consentito alla pozza di durare, quindi non ho fatto altro che mettere a sistema varie realtà che mi hanno aiutato come la Protezione civile, i vigili del fuoco i volontari e gli stessi cittadini che con un cartello posto intorno alla pozza sapevano dell’iniziativa e contribuivano a portare acqua utile alla sopravvivenza di questi girini annoverati tra le specie protette. L’iniziativa è andata a buon fine ed è diventata, una best practice anche per altri comuni limitrofi in cui si è verificato lo stesso evento. Abbiamo compiuto un vero e proprio miracolo romantico di una bellissima comunità”