Portici, istituita la Consulta Pari Opportunità

Consulta-pari-opportunità

Portici,  nel Consiglio Comunale di ieri è stato approvato il Regolamento per la prima Consulta comunale per le Pari Opportunità. Ornella Pasqua ringrazia la Commissione Politiche Sociali

Il Consiglio comunale di Portici, ieri, ha approvato all’unanimità il Regolamento per l’istituzione della prima Consulta per le Pari Opportunità.

La Consulta, di carattere consultivo e propositivo per l’amministrazione comunale, avrà il compito di promuovere iniziative atte a realizzare pari opportunità tra donne e uomini sul territorio cittadino. Le finalità saranno quelle di rimuovere eventuali ostacoli che causano diversità fra cittadini, attraverso l’eliminazione di ogni forma di discriminazione che ne impedisca la totale integrazione nella vita culturale, lavorativa e sociale.

L’Organismo

Il neo costituito Organismo, inoltre, è una struttura di consulenza ed orientamento per l’Amministrazione che ha lo scopo di introdurre il punto di vista delle pari opportunità nelle politiche e nelle strategie del comune.

Ne faranno parte, persone appartenenti al mondo della politica, del terzo settore, del mondo LGBT, dell’ASL, della scuola e delle organizzazioni sindacali.

Le dichiarazioni

In merito abbiamo sentito la Consigliera Ornella Pasqua che ci ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Un lungo lavoro ottenuto grazie ad un processo di costruzione di idee ed al confronto di tutti i membri della Commissione Politiche Sociali a cui va la mia stima ed il mio ringraziamento. PASQUA
Una piccola rivoluzione e sperimentazione per la costituzione di un organismo altamente inclusivo e partecipativo.”

La Consigliera Pasqua ci ha riferito, inoltre, che a seguito di una manifestazione di interesse, un ruolo fondamentale viene dato ai consiglieri della commissione Politiche Sociali per contribuire alla scelta dei rappresentanti. Questo perché, aggiunge la Consigliera “sia per una assunzione di responsabilità politica sia perché siamo convinti che allo stato attuale ci sia una maturità politica per valorizzare maggiormente il ruolo delle commissioni consiliari e per promuovere una più solida collaborazione con le forze di minoranza al fine di essere sempre più uniti sui temi che riguardano la città.”

Infine conclude “mi sento di ringraziare, inoltre, tutti i membri della commissione Affari Istituzionali”.