Portici, approvato il regolamento di refezione scolastica. Mensa composta da genitori

Portici, con delibera del Commissario straordinario è stato approvato il Regolamento del servizio di refezione scolastica – esulta il M5S promotore dell’iniziativa

 Con deliberazione n. 4 del 23 febbraio il Commissario Straordinario, dott. Roberto Esposito, ha approvato il “Regolamento del servizio di refezione scolastica” che con determina dirigenziale n. 917 del 30/9/2015 è stata affidata per il periodo 2014/2019 alla ditta Sirio Srl, aggiudicatrice della gara d’appalto.

Del servizio ne possono usufruire gli alunni iscritti alle scuole statali (infanzia, primarie a tempo pieno) del comune di Portici.

La novità di cui il M5S Porticese va fiero è introdotta appunto da questo regolamento che prevede  un controllo sulla qualità dei pasti (art. 8), e una “Commissione mensa” (art. 9) composta (art.10) oltre che da una Commissione Centrale anche da Commissioni d’Istituto (art. 11).

La composizione della Commissione, oltre che da un responsabile del Servizio Pubblica Istruzione, un rappresentante della ditta e un esperto in dietologia, prevede anche la partecipazione , sia in quella di Istituto che in quella Centrale, di un rappresentante dei genitori dei bambini iscritti al servizio, eletto in seno al Consiglio di Istituto.

La Commissione d’Istituto potrà verificare la rispondenza dei pasti erogati alle tabelle dietetiche ed ai menù, controllare la pulizia degli ambienti del refettorio e presentare eventuali reclami alla Commissione Centrale che potrà elaborare proposte migliorative della gestione del Servizio.

Per quanto riguarda il pagamento (art. 20) questo è basato sui pasti effettivamente consumati e potrà essere effettuato tramite c/c postale  intestato al Comune di Portici.

Per ciò che riguarda il costo, i 5 Stelle dichiarano “Finalmente un grande risultato per la nostra comunità”, aggiungendo “Questa è la cittadinanza attiva. Pur nonostante non fossimo in consiglio comunale, alcuni attivisti del Movimento 5 Stelle Portici, accompagnati da mamme e papà hanno incontrato più volte il commissario straordinario, i dirigenti e funzionari del comune. Un’attività che va avanti da mesi e che oggi si conclude nel migliore dei modi. Infatti, oltre ad aver ottenuto una riduzione del ticket mensa, il commissario nella sala Portici Mensaconsiliare ha deliberato la regolamentazione di una commissione mensa che verificherà insieme all’ASL, la qualità del cibo servito ai nostri figli.

Infatti per ciò che concerne i costi si è riuscito a concordare per le famiglie con più figli che il ticket è passato dagli iniziali 4,00€ a 3,55€ per il primo figlio mentre da 8,00 euro a 6,20 per il secondo figlio. Prima, infatti il costo di 4€ si sommava per ogni figlio a carico (4€, 1 figlio – 8€, 2 figli).

Il Movimento sottolinea che “questo significa una riduzione dal 90% all’80% per il primo figlio e 60% per il secondo figlio”.

Infine gli attivisti pentastellati aggiungono “Per la prima volta i genitori avranno voce in capitolo, sganciati dalla politica e da interessi economici con il solo obiettivo di garantire la salute dei propri figli. Un grazie di cuore a tutti coloro che hanno lavorato per il raggiungimento di questo risultato. Portici conta su di voi e noi saremo sempre sentinelle del bene comune fuori le istituzioni e dediti al bene della collettività quando gestiremo la macchina amministrativa”.