Pascale, arrivano medici dalla Cina per una collaborazione senza precedenti

pascale

Uno scambio di conoscenze all’insegna dell’innovazione: oltre 40 medici arrivano dalla Cina al Pascale di Napoli per lavorare a stretto contatto con i medici italiani

A partire da ottobre arriveranno a Napoli i primi medici provenienti dalla Cina, per lavorare a stretto contatto con gli specialisti italiani dell’ospedale Pascale di Napoli. Saranno in 40, tra chirurghi, oncologi, ricercatori, radiologi e radioterapisti, pronti a mettere in comune le proprie conoscenze allo scopo di dare un importante contributo alla scienza medica.

Attilio Bianchi, direttore generale dell’Istituto Nazionale Tumori Pascale, si è recato in Cina, accompagnato da una delegazione italiana, per incontrare Chen Ran, direttrice del Temc (International emergency management society medical committee).

Bianchi ha così commentato l’iniziativa: “La sostenibilità e la condivisione della conoscenza in oncologia, toccano i vari sistemi sanitari nazionali, indipendentemente dai modelli. L’internazionalizzazione del Pascale rappresenta uno degli assi portanti di questa visione”. E aggiunge: “Siamo orgogliosi che un’organizzazione governativa cinese ci abbia individuato come sede di training per i suoi oncologi. Per noi tutti ci sarà l’impegno costante per non deludere la loro fiducia “.

L’equipe italiana si confronterà con quella cinese sui protocolli e le metodologie utilizzate. Condivideranno saperi e conoscenze scientifiche. Lo scopo dell’iniziativa è principalmente quello di incrementare la cooperazione internazionale in ambito medico. Inoltre al centro del programma vi è l’organizzazione di conferenze e workshop sulla prevenzione del tumore in fase iniziale, in particolare per le neoplasie della cervice uterina e della mammella.