Parma-Napoli: POKER degli azzurri al Tardini. LE PAGELLE

parma-napoli

Parma-Napoli: gli azzurri non sbagliano l’approccio alla gara e archiviano la pratica già nel primo tempo. Ecco le pagelle…

Parma-Napoli: si sblocca l’attacco azzurro. Milik dedica il gol ad Ancelotti che gli aveva consigliato la soluzione rasoterra.

Meret: 6,5 Inoperoso fino al sessantesimo, l’estremo difensore azzurro si supera con una grande parata su un tiro di Gervinho destinato a finire in rete.

Malcuit: 6 Le discese sulla fascia destra impressionano sempre di più per la naturalezza con cui il francese è in grado di saltare l’uomo in velocità. Le due ottime diagonali difensive del primo tempo vengono “macchiate” dall’irruenza del terzino tutto gamba e polmoni, che rischia di far riaprire la gara per un fallo in area su Gervinho.

Koulibaly: 7 Comanda il reparto difensivo con la solita naturalezza mostrata in questa stagione. Aiuta Luperto, subentrato a Maksimovic nel secondo tempo, e imposta ripetutamente la manovra offensiva con insidiosi lanci lunghe su entrambe le fasce.

Maksimovic: 6 Ben altro giocatore da quello visto nel girone d’andata dello scorso campionato. Ottimi gli anticipi su Inglese e Gervinho, annullati dai centrali difensivi del Napoli per i primi quarantacinque minuti. Luperto 6.

Hysaj: 7 Ottima prestazione del terzino albanese, che viene impiegato sulla fascia sinistra e sfodera probabilmente la miglior prestazione di questa stagione. Suo l’assist a Zielinski per il gol dell’uno a zero.

Callejon: 6,5 Corre, ripiega e dialoga alla perfezione con Malcuit, con il quale sembra aver raggiunto un’ottima intesa. Da segnalare la stima che lo stesso Ancelotti nutre nei confronti dello spagnolo, cui affida la fascia di capitano, data l’indisponibilità di Lorenzo Insigne.

Allan: 6,5 Il miglior mediano di questo campionato: il brasiliano ringhia su ogni pallone e impedisce agli avversari di impostare la manovra offensiva per vie centrali.

Ruiz: 6 Prestazione sufficiente ma non esaltante quella dello spagnolo classe ’97, che aveva fatto vedere cose eccellenti quando Ancelotti lo aveva impiegato da mezzala.

Zielinski: 7 Sua la rete che sblocca la partita al minuto 19. Il polacco sembra saltare l’uomo con estrema facilità e si invola più volte verso l’area di rigore difesa da Sepe, che stasera raccoglie il pallone in fondo alla rete per ben quattro volte.

Mertens: 6 Il triplo slalom dei minuti iniziali aveva lasciato ben sperare, salvo poi lasciar spazio alla solita sfortuna che da qualche tempo sembra perseguitare il folletto belga, a secco anche stasera.

Milik: 8 Doppietta fondamentale per il centravanti polacco, che riesce a spazzar via le critiche, spesso ingenerose, che gli sono piovute addosso nelle scorse settimane. Da segnalare la dedica a Carlo Ancelotti, che gli aveva consigliato la soluzione rasoterra su punizione. Ounas 7 (dal minuto 80 s.t.) poco più di dieci minuti per la freccia azzurra, che anche stavolta entra e segna dopo un’imbucata a tutto gas nell’area di rigore emiliana.