18 Giugno 2020

Parete: rissa violenta tra parenti sfocia nel sangue

Parete

Parete: rissa violenta tra parenti sfocia nel sangue. Un uomo di 66 anni finisce al Moscati di Avellino con una ferita alla testa

Parete – Una violenta lite in famiglia termina nel sangue: questo è quanto accaduto poche ore fa a Parete, in provinica di Caserta. A seguito di un’ animata discussione, un uomo di 66 anni è stato trasportato in ospedale riportando una profonda ferita alla testa.

La rissa pare si sia svolta in strada, dove le urla sono state talmente acute da aver allarmato tutto il vicinato che non ha fatto fatica ad essere coinvolto nella faccenda. Nel tardo pomeriggio di ieri infatti, i residenti della zona in questione, hanno ascoltato grida provenienti dalla strada,talmente forti, che li hanno indotti ad  avvisare le forze dell’ordine. Dopo essere giunti gli organi di competenza sul posto a sedare gli animi fin troppo accesi, è poi arrivata anche l’ambulanza.

L’anziano 66enne è stato soccorso nell’immediato e tratto in ambulanza fino all’Ospedale Giuseppe Moscati di Avellino. Qui è stato medicato e il corpo sanitario ha fortunatamente scongiurato cattivi esiti circa la ferita alla testa,che non sembra essere troppo compromettente per la salute dell’uomo. I medici dopo averlo accuratamente controllato,lo hanno poi dimesso con diversi giorni di prognosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.