Paolo Sorrentino riceve la laurea honoris causa alla Federico II

Paolo Sorrentino

Oggi alla Federico II di Napoli è stata consegnata la laurea honoris causa a Paolo Sorrentino, regista, sceneggiatore e scrittore italiano

Dopo l’incontro con Lorenzo Jovanotti, oggi è il momento di Paolo Sorrentino alla Università Federico II di Napoli. In occasione del compleanno dell’Ateneo partenopeo viene conferita al regista, sceneggiatore e scrittore italiano la laurea honoris causa in filologia moderna. Un evento straordinario per tutto l’ateneo che partecipa con grande entusiasmo alla cerimonia tenutasi oggi pomeriggio.

Dopo i saluti delle autorità nelle persone del Magnifico Rettore Gaetano Manfredi e di Eduardo Massimilla, quale direttore del dipartimento di Studi Umanistici, la laudatio accademica è affidata al professor Corrado Calenda, che ripercorre le tappe che hanno portato Sorrentino al grande successo, partendo dagli esordi di L’uomo in più, passando per l’oscar vinto nel 2013 come miglior film straniero con La grande bellezza, fino al suo ultimo successo Youth. Il professore ha sottolineato l’importanza dei suoi due romanzi e la cura delle versioni televisive di due commedie di Eduardo De Filippo con Tony Servillo. La grande vena di Paolo Sorrentino, capace di ripercorrere la cultura italiana, lo configura sempre come regista originale e giovane.

La Lectio magistralis di Sorrentino sorprende tutti i presenti. Il regista appare molto emozionato e parla alla platea del rapporto tra scrittura e cinema. Per lui il cinema è un trucco, un gioco di prestigio, che rende meno difficile lo stare al mondo. Sorrentino paragona stupendamente il cinema alla leggenda napoletana del Munaciello, perché entrambi sono espedienti autoritari e allo stesso tempo buffi. Ritrova nelle sue parole tutte le suggestioni della sua Napoli e racconta di cercare nei suoi personaggi la spensieratezza perduta in un mondo che finalmente è come deve essere. La laurea conferita oggi a Sorrentino è solo un ulteriore elemento che contribuisce a renderne un esempio della nostra cultura italiana e internazionale.