26 Luglio 2022

Panettiere costretto a pagare 3mila euro al mese per le mogli dei detenuti

Camorra a Napoli, panettiere costretto a pagare "tassa" di 3mila euro per le mogli dei carcerati: notificati 8 fermi

dramma in campania

Camorra a Napoli, panettiere costretto a pagare “tassa” di 3mila euro per le mogli dei carcerati: notificati 8 fermi

NAPOLI – I Carabinieri della Compagnia Vomero hanno notificato otto provvedimenti di fermo, emessi dalla Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di presunti emissari di un gruppo malavitoso ritenuto dagli inquirenti “una sotto articolazione del clan Lo Russo”. Il caso riguarda i quartieri Miano, Chiaiano, Piscinola e Marianella di Napoli.

La denuncia

Tremila euro al mese per le mogli dei detenuti e dopo tre mesi l’aumento a 5mila, più 10 centesimi per ogni chilo di pane venduto: questa la vessazione che subiva un noto panettiere titolare di vari negozi tra Napoli e provincia. “Da oggi in poi qua comandiamo noi”, gli avevano detto chiedendo il pizzo. Il panettiere napoletano, dunque, è stato costretto a consegnare, a fine mese, una tassa di tremila euro per le mogli dei detenuti. La Procura di Napoli ritiene che i destinatari dei provvedimenti sono persone di elevato spessore criminale, di cui alcune già legate al clan Lo Russo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO: “TRAGEDIA NEL NAPOLETANO, HA UCCISO LA FIGLIA E SI È SPARATO

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON OGNI NOTIZIA DI CRONACA, ATTUALITÀ, POLITICA, UNIVERSITÀ, SPORT, CALCIO FEMMINILE CAMPANO, CULTURA, EVENTI, MANIFESTAZIONI E TANTO ALTRO: CLICCA QUI