Padri assassini: l’orrore continua. 25enne uccide il figlio di due anni

padri assassini

Milano come Napoli: padri assassini, ancora un caso in Italia. Arriva la confessione: “L’ho ucciso in un momento di rabbia”

Padri assassini e padri violenti: quante se ne stanno leggendo ultimamente su tutti i giornali negli ultimi anni! L’ennesima tragedia risale proprio a due giorni fa, in quel di Milano, dove un uomo di venticinque anni ha posto fine all’esistenza del proprio bambino dopo averlo picchiato a morte.

Si chiama Aliza Hrustic e ha venticinque anni: in molti lo descrivono come un uomo violento e spesso fermato sotto effetto di sostanze stupefacenti. L’uomo, stando a quanto si apprende sulle testate milanesi che hanno rapidamente diffuso la notizia, avrebbe allertato i soccorsi parlando di una crisi respiratoria, prima di darsi alla fuga: all’arrivo della polizia, infatti, vi era soltanto la madre, Silvja Z., una donna croata di 23 anni, incinta del quinto figlio.

Per il piccolo, purtroppo, non vi è stato nulla da fare. La confessione di Hrustic è arrivata in un secondo momento, davanti agli investigatori della squadra mobile di Milano e al pm di turno, Giovanna Cavalleri.