Ospedali senza lenzuola a Napoli. Cardarelli in tilt

ospedali
FOTO: ilmattino.it

Napoli, ospedali senza lenzuola e coperte pulite. In tilt il Cardarelli che ha dovuto ridurre interventi e ricoveri. La Regione Campania denuncia

NAPOLI – Una situazione sconfortante quella che si sta vivendo in alcuni ospedali della città: da alcuni giorni ormai manca biancheria pulita a causa di una protesta dei lavoratori dell’American Laundry.

L’American Laundry, società che si occupava di riconsegnare coperte e lenzuola pulite negli ospedali, è stata qualche mese fa, sciolta e commissariata per mafia.

La Regione Campania (direzione salute) ha annunciato che presenterà un esposto-denuncia per interruzione di pubblico servizio.

Una situazione critica che ha paralizzato molti presidi napoletani tra cui il Cardarelli che si è trovato costretto a diminuire il flusso dei ricoveri programmati e a rimandare alcuni interventi.

Gli ospedali stanno facendo comunque fronte a quest’emergenza nel migliore dei modi possibili così da arrecare meno disagi possibili all’utenza.

In una nota la Regione Campania dichiara: «Non si sono registrate emergenze. Le direzioni delle strutture interessate si sono immediatamente attivate e hanno gestito in maniera efficace le diverse situazioni venutesi a creare a cominciare dal Cardarelli».

Molte aziende ospedaliere sono ancora legate all’American Laundry e quindi “costrette”, a causa di impossibilità di sciogliere contratti di fornitura, all’azienda. Questo è reso possibile grazie ai numerosi ricorsi che la stessa sta compiendo nei confronti di chi l’ha sciolta per mafia.

Stiamo parlando di proroghe tecniche che devono scadere prima di essere chiuse. Addirittura non si sa che soluzione possa prendere il Cardarelli, visto che il suo contratto di fornitura è senza termine. Chi di dovere sta cercando di risolvere la questione per riuscire ad aggirare l’American Laundry e concedere così la fornitura delle lenzuola e delle coperte al secondo candidato del bando.